Fdi Scuola Toscana: “Approvato l’OdG sull’impegno alla stabilizzazione degli assistenti educativi per favorire l’inclusione degli alunni disabili”
Annuncio di Michela Senesi ed Elena Bardelli del Dipartimento regionale toscano Istruzione con delega alla Scuola di Fratelli d’Italia.
 
Firenze 28/12/2020 – “Con l’OdG presentato dall’on. Bucalo e approvato alla Camera è stato raggiunto, grazie a Fratelli d’Italia, un altro importante traguardo per la scuola italiana, nonostante le difficoltà del momento e l’incapacità dimostrata dall’attuale esecutivo nella gestione della pandemia. Il governo si impegna a valutare la possibilità di avviare la stabilizzazione, nei ruoli dello Stato, del personale destinato a svolgere la funzione di assistenza all’autonomia e alla comunicazione nelle scuole di ogni ordine e grado con almeno 36 mesi di servizio –annunciano Michela Senesi ed Elena Bardelli del Dipartimento regionale toscano Istruzione con delega alla Scuola di Fratelli d’Italia- Si tratta degli Assistenti Educativi, figure indispensabili per portare a compimento il processo di inclusione degli alunni disabili”.
“Tali figure sono previste dalle leggi 104/1992 e 170/2010, svolgendo un’attività educativa volta a promuovere la loro crescita umana e civile in collaborazione con gli insegnanti della classe e in particolar modo con quelli di sostegno. Questo personale specializzato nell’assistenza alla comunicazione –proseguono Senesi e Bardelli– risulta insostituibile per la didattica dei ragazzi con disabilità gravi, soprattutto dei non vedenti e dei non udenti. Secondo gli ultimi dati Istat, sono circa 50.000, gli Educatori e le Educatrici Professionali, che ogni giorno entrano nelle scuole italiane, contribuendo alla formazione dei ragazzi  con disabilità o con bisogni educativi speciali. Eppure gli Assistenti all’Autonomia e alla Comunicazione non fanno parte dell’organico della scuola, ma dipendono da Cooperative e Associazioni che, su mandato degli enti locali, stabiliscono un monte ore di intervento nelle classi, in seguito alla richiesta delle Istituzioni scolastiche”.
L’approvazione dell’OdG di Fratelli d’Italia, potrebbe restituire dignità e professionalità a queste figure professionali, chiedendone l’inserimento nei ruoli del Ministero dell’Istruzione dopo 36 mesi di servizio anche non continuativo. Ciò comporterebbe  un risparmio economico per lo Stato e favorirebbe la continuità didattica, particolarmente preziosa per gli studenti più fragili, bisognosi di avere accanto, a motivo delle loro problematiche e necessità,  le stesse figure di riferimento per tutto il percorso formativo, all’interno della scuola. Auspichiamo che il governo dia sollecita attuazione a quanto richiesto e approvato, per il bene di tutta la comunità educante” conclude la nota del Dipartimento Scuola regionale Fdi.

Share