Arte e social non vanno molto d’accordo, soprattutto quando in ballo entrano argomenti delicati.

Censura quindi per la copertina dell’album Houses of the holy dei mitici Led Zeppelin che ritrae dei “minori nudi” in un fotomontaggio.

La copertina è considerata una delle più belle, se non la più bella della storia del rock ed è ispirata al romanzo Childhood’s End.

Il grafico Powell fece un fotomontaggio artistico inserendo due bambini tra le pietre del Selciato del Gigante in Irlanda.

Il numero dei soggetti fu poi modificato: 6 sul fronte, 5 sul retro.

Share