Fabio Barsanti: “Il livello di affidabilità della politica nazionale esce definitivamente azzerato dalla vicenda degli assi viari”
Lucca, 5 giugno – “Il livello di affidabilità della politica nazionale esce definitivamente azzerato dalla vicenda degli assi viari”, lo sostiene in una nota Fabio Barsanti, candidato sindaco di Difendere Lucca, Centrodestra per Barsanti e Prima Lucca-Italexit con Paragone, dopo la notizia, rilanciata da Legambiente, che tra le opere a un passo dall’essere escluse dai finanziamenti già stanziati ci sarebbe il lotto Ovest-Est.
“Il secondo lotto degli assi viari rischia di fallire definitivamente. Questo avviene – continua Barsanti – dopo anni e anni di annunci, comunicati stampa di esponenti del Pd e del centrodestra, visite pastorali di ministri e sottosegretari che hanno partorito il nulla cosmico. Siamo a un passo dall’ennesima beffa ai danni dei lucchesi che attendono da decenni un sistema viario decente e la liberazione della circonvallazione dai mezzi pesanti”.
“Il progetto comprendeva il “Sistema Tangenziale di Lucca – Viabilità Est di Lucca con i collegamenti tra Ponte a Moriano ed i caselli dell’autostrada A11 del Frizzone e di Lucca Est 2° stralcio”, ovvero l’asse ovest-est che avrebbe dovuto collegare il casello di Lucca Est alla rotonda dell’Ospedale San Luca. quello Ovest-Est che rischia di non vedere la luce dopo anni di annunci e chiacchiere”.
I risultati raccolti però – sottolinea il candidato sindaco – sono sconfortanti: “Secondo quanto previsto dell’articolo 56 comma 3 del Decreto Legge 17 maggio 2022 n. 50, se l’opera in questione non sarà cantierabile entro il 30 giugno 2023, sarà definanziata, dopo aver già subito tagli in passato. E a quanto risulta, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica e lo Sviluppo Sostenibile (CIPESS) non ha nemmeno approvato il progetto preliminare e dunque pare lontanissimo dal poter concludere il suo percorso entro un anno.
Per Barsanti, la strada maestra è l’abolizione del pedaggio nel tratto della Firenze-Mare, di fatto rendendola una sorta di tangenziale cittadina. “Oltre al rafforzamento del trasporto su gomma, dobbiamo istituire la gratuità del tratto autostradale tra Lucca e Altopascio, facendola funzionare come asse tangen

Share