Sabato 6 e Domenica 7 agosto si svolgerà nelle Piazze di Vallico Sotto e Vallico Sopra, nel comune di Fabbriche di Vergemoli, la terza e ultima giornata del Campionato Italiano di Palla Elastica organizzato dall’Associazione Storica Sportiva Dilettantistica Palla Elastica Vallico. Sport di antica origine romana, la Palla Elastica ha caratterizzato per lungo tempo il territorio di Fabbriche di Vallico dove ogni domenica si svolgevano accesissime sfide con in palio una gallina o un opra (una giornata di lavoro).In origine la Palla Elastica era formata da un cuore di piombo rivestito di lana e cuoio, mentre nella versione attuale viene usata una pallina da tennis adeguatamente modificata ed adattata. Ogni squadra è formata da quattro giocatori mentre il punteggio è lo stesso del tennis; la vittoria si raggiunge al traguardo dei quattro punti. Oltre al valore sportivo delle sfide, il campionato italiano di Palla Elastica rappresenta una vera e propria revocazione storica, ricordando un periodo dove questo sport rappresentava uno svago ed un modo per esorcizzare la dura quotidianità. La Palla Elastica è uno sport riconosciuto dal Coni, molto diffuso nelle regioni del nord Italia che viene praticato sia in campi dedicati chiamati “Sferisteri” che nelle piazze o nelle strade. Il torneo vedrà come ogni anno al via squadre provenienti da Toscana, (Vallico, Valle del Tosco, Pariana), Liguria, Piemonte, Lombardia e Friuli Venezia Giulia. Sabato 6 agosto si svolgeranno i gironi eliminatori, Domenica mattina i quarti di finale e nel pomeriggio semifinali e finali. Domenica alle ore 18 sulla terrazza di Pietro Simoni si svolgeranno le premiazioni; in sua memoria la famiglia donerà un premio al miglior giocatoreQuest’anno il Campionato Italiano di Palla Elastica si è svolto su tre tappe: la prima a Brione (BS) la seconda a Pieve di Teco (IM) e la terza ed ultima si svolgerà a Vallico. La squadra locale di Vallico, campione italiana in carica, spera di vincere la tappa casalinga dopo le sconfitte a Brione e Pieve di Teco.

2016-08-03 (FILEminimizer)

Ci siamo presentati alla partenza del campionato da campioni in carica ma abbiamo deluso tutti – afferma Giovanni Livio Bertoli Barsotti, vicepresidente ASPEV Vallico – a Pieve di Teco addirittura non abbiamo superato il girone, ma bisogna dare atto che chi è in testa lo è con pieno merito. Speriamo di portare tanta gente a seguire gli incontri, che il movimento continui a crescere e che il prossimo anno Vallico possa tornare pienamente protagonista del campionato di Palla Elastica. La premiazione si svolgerà Domenica sulla terrazza di Pietro Simoni e la famiglia, in sua memoria, donerà un premio al miglior giocatore”.

Siamo alla nona edizione di questo campionato Italiano, evento che mi coinvolge in prima persona da più di 10 anni ovvero da prima che il campionato avesse una investitura ufficiale di una Federazione Italiana (la FIPAP) riconosciuta dal CONI – dichiara Gabriele Giannecchini Presidente ASPEV Vallico e consigliere comunale di Fabbriche di Vergemoli – Mi coinvolge inoltre su più fronti. Il primo è come Presidente (giocatore e tifoso) del Vallico. E’ un onore rappresentare una comunità piccolissima, la più piccola del circuito Nazionale che ha comunque raggiunto ottimi risultati, riuscendo a vincere un Campionato Italiano (nel 2015, purtroppo su gara unica disputata sul campo di casa), un Campionato Italiano di fronton femminile (con Francesca Ricci e Veronica Onesti) e con un podio al terzo posto nella seria A di fronton maschile (Alberto Paolini e Cristiano Pellini). Mi coinvolge sul piano Federale come delegato della provincia di Lucca, che oltre alla palla elastica, vede svolgere attività di promozione dei giochi sferistici. Mi coinvolge infine come consigliere comunale per il necessario supporto che gli Enti e il territorio devono profondere per questa attività che coniuga tradizione e sport, interessante anche per lo sviluppo giovanile. Tanti e importanti sono gli sviluppi che possono avere questi giochi”.

Share