Fabbriche di Vergemoli, dall’Unione europea un milione e 600mila euro,

 

che permetteranno al Consorzio di aprire sei cantieri per la sicurezza idraulicadel territorio
Stamani (lunedì 17 ottobre) sopralluogo congiunto del sindaco Giannini e del
presidente Ridolfi sui luoghi dei lavori

Grazie ai finanziamenti dell’Unione europea, intercettati dal
Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord sulla linea di stanziamento del Piano
di sviluppo rurale, arrivano sul territorio del comune di Fabbriche di
Vergemoli più di un milione e 600mila euro: risorse che permetteranno
all’Ente consortile di partire, entro la fine dell’anno, nella realizzazione
di sei cantieri, utili ad intervenire, con opere dalle caratteristiche
strutturali e straordinarie, su altrettanti corsi d’acqua.
I luoghi che ospiteranno i lavori sono stati stamani (lunedì 17
ottobre) oggetto di un sopralluogo congiunto da parte del sindaco di
Fabbriche di Vergemoli Michele Giannini e del presidente del Consorzio
Ismaele Ridolfi: Comune e Ente consortile, infatti, hanno collaborato gomito
a gomito nella pianificazione nei progetti e nella ricerca dei
finanziamenti, e proseguiranno a coordinarsi anche nella fase di
realizzazione dei cantieri.
“Coi soldi dell’Unione europea, possiamo adesso offrire risposte
importanti ed efficaci al territorio e ai cittadini, alle problematiche da
loro evidenziate e al loro legittimo desiderio di una maggiore sicurezza
idraulica – sottolinea il presidente Ridolfi – Si tratta di risorse
aggiuntive, rispetto a quelle già investite dal Consorzio grazie al proprio
contributo di bonifica, destinate alla realizzazione proprio di opere dalle
caratteristiche straordinarie e strutturali. Lo stanziamento è
omnicomprensivo e non sono previsti cofinanziamenti: ciò significa che i
lavori potranno essere realizzati senza alcun attingimento alla fiscalità
locale”.
“Siamo estremamente soddisfatti del risultato ottenuto e della
continua e costante collaborazione che grazie al presidente Ridolfi ed al
suo staff il comune ha con il Consorzio – evidenzia il sindaco di Fabbriche
di Vergemoli, Michele Giannini – Le opere che interverranno sul territorio
comunale permetteranno di risolvere allo stato attuale annose problematiche
che da anni chiedevano una soluzione rendendo più sicuro gran parte del
territorio comunale. Evidenzio inoltre che tutte queste opere non saranno
minimamente a carico dell’amministrazione comunale”.
“Grazie poi al finanziamento che deve essere ratificato all’Unione
dei Comuni della Garfagnana per la strada antincendio di Col di Luco –
prosegue il primo cittadino – finalmente terminerà anche l’isolamento di
quello stupendo Borgo””
Ecco il dettaglio degli interventi in programma: lavori di
ripristino e messa in sicurezza Solco del Diavolo in corrispondenza della
viabilità per località Colandi (220mila euro); sistemazione idraulica del
fosso del Taccina, fosso delle Nocette e solchi minori afferenti nel fosso
della Meta, a monte della fraz. di Campolemisi (173mila euro); sistemazione
idraulica del rio Selvano a monte della frazione di Vallico di Sotto
(257mila euro); realizzazione di briglia selettiva debris flow su torrenti
Finocchini, Cuccagna e Fornacetta (488mila euro); interventi di sistemazione
idraulica del fosso della Meta, in frazione di Campolemesi (267mila euro);
progetto di sistemazione idraulica in alveo del torrente Turrite nella
frazione capoluogo (241mila euro).
Per l’Unione dei comuni della Garfagnana il finanziamento previsto è
di 359mila euro. Il totale del finanziamento del PSR sul territorio di
Fabbriche di Vergemoli sarà di oltre 2milioni di euro.

Fabbriche di Vergemoli, 17 ottobre 2016

Share