EXPORT, +4.7% NEL 2015: GLI USA IL PRIMO MERCATO PER LA TOSCANA

Buoni risultati per l'export della Toscana nel 2015: gli Stati Uniti si confermano il primo mercato.

Crescono il distretto cartario di Capannori, la nautica viareggina e il marmo di Carrara. Rallentano invece i flussi dei distretti calzaturieri, della concia e dell’oreficeria

Buoni risultati, nel 2015, per l’export della Toscana. Le vendite all’estero – secondo il Monitor dei distretti della Toscana di Intesa Sanpaolo per Banca Cr Firenze – hanno chiuso con un +4,7%, pari a 614 milioni di euro aggiuntivi rispetto al 2014, per un valore totale di 13,6 miliardi di euro. Risultati ottenuti anche grazie alle maggiori richieste di prodotti made in Tuscany che arrivano dagli Usa, ormai primo mercato di sbocco per la regione (+17,1%) e dal buon andamento del mercato europeo:Francia +4,1%, Germania +1,8%, Regno Unito +10,9%.

Numeri positivi – nello specifico -per il distretto cartario di Capannori (+20,5%), la nautica di Viareggio (+19,7%), il marmo di Carrara (+8,8%). Crescono in misura più moderata la maggioranza dei distretti del sistema moda (tessile e abbigliamento di Prato +5,3%, pelletteria e calzature di Firenze +4,7%, abbigliamento di Empoli +2,7%, tessile e abbigliamento di Arezzo +1,9%).

Rallentano invece i flussi degli altri distretti calzaturieri toscani, della concia di Santa Croce , e l‘oreficeria di Arezzo, penalizzata quest’ultima dalla battuta d’arresto degli Emirati Arabi.

19/04/2016

fonte intoscana.it

Share