ETTORE NERI E NICOLA CONTI (PD): “SINDACO E MAGGIORANZA DISTACCATI DALLA REALTÀ”

Il PD rimanda al mittente le accuse di allarmismo e strumentalizzazione sul caso incendio arrivate dalla maggioranza e dal sindaco Giovannetti: “È evidente che sono maliziosamente distaccati dalla realtà – commenta Nicola Conti, consigliere comunale PD – sono stati innumerevoli i cittadini che fino a domenica sera non sapevano più come comportarsi a causa degli odori molesti e dei molti comunicati dell’Amministrazione apparsi in questi giorni, alcuni contradditori o prima rilasciati e poi cancellati. Mentre le ambulanze passavano per i quartieri per annunciare le prescrizioni dettate da Usl e riprese poi nell’ordinanza sindacale, lo stesso Giovannetti rilasciava dichiarazioni per cui se fosse stato per lui, l’ordinanza non l’avrebbe neanche fatta. Si affrettava a dichiarare domato l’incendio, quando invece numerosi focolai erano ancora presenti all’interno del capannone a causa delle elevate temperature. È chiaro che coloro che continuavano a vedere fiamme e fumo si sono ritrovati confusi e poi polemici in particolare sui social”. L’opposizione denuncia il paradosso per cui attualmente sembra che maggioranza e opposizione lavorino a parti invertite: proposte e tanto lavoro da parte dei consiglieri di opposizione, tentativo di salvare l’immagine e l’apparenza quelli di maggioranza.

È per questo che dal canto nostro abbiamo fatto un immediato sopralluogo sul posto – spiega Ettore Neri, capogruppo PD – siamo stati tra i primi a suggerire di non mangiare verdure in attesa di comunicazioni ufficiali. Vista la confusione delle informazioni che soprattutto tramite il profilo facebook ufficiale del comune stavano passando, ci siamo informati dal personale preposto per capire precisamente cosa comunicare ai cittadini e così ci siamo mossi. Dal punto di vista ufficiale abbiamo poi scritto a Sindaco e Assessore alla protezione civile per chiedere di garantire una maggiore chiarezza nelle informazioni per evitare confusione e panico”. Niente speculazioni, anzi massima disponibilità nell’interesse die cittadini e della loro salute: “Se si ricerca la speculazione politica sulle emergenze – concludono Neri e Conti – si ricordi come si comportò la destra per il caso tallio e per l’evento del 5 marzo 2015, poco prima delle elezioni amministrative”.

Share