Antonio Giusti – Alessandro Benvenuti

“Sono state rinvenute diverse lastre di eternit abbandonate, per lo più rotte, accatastate vicino al depuratore nella frazione di Calavorno, sul limitare della strada attigua. Si nota come sia stata a suo tempo rudimentalmente allestita la delimitazione dell’area ove sono site queste lastre con del nastro da cantiere e paletti di ferro (peraltro uno ha ceduto), nastro ormai iperscolorito e segno quindi che tale operazione (evidentemente di natura provvisoria in attesa della pronta messa in sicurezza e avvio a smaltimento), in realtà sia il segno ad oggi tangibile del disinteresse operativo da parte degli addetti ai lavori. Nella stessa area ci sono anche 2 o 3 punti in mezzo alla vegetazione limitrofa al fiume ove sono stati scaricati abusivamente calcinacci vari. E’ pertanto gradito il pronto intervento di chi di dovere affinché si sani quest’anomalia, visto che le lastre sono a cielo aperto e non confezionate in appositi pallets avvolti con polietilene o big-bags, nell’interesse della Salute dei Cittadini”.
ete2

Share