Estate a Seravezza: la preview degli eventi in cartellone tra arte contemporanea, grande blues, letteratura, eccellenze del marmo, talk show e percorsi del gusto

Arte contemporanea e musica su tutto. Ma anche pittura, letteratura, artigianato, performance, talk show. Grandi riconferme e novità nel cartellone seravezzino per l’estate 2019, apertosi ufficialmente lo scorso week-end con ben quattro vernissage: l’installazione multimediale permanente di Studio Azzurro al Museo delle Tradizioni Popolari di Palazzo Mediceo; la mostra “Architetture in caratteri naturali” del pittore Matteo Ciardini alle Scuderie Granducali (fino al 5 luglio), l’esposizione “Le cave e Michelangelo” del fotografo versiliese Giacomo Mozzi alla Pro Loco (fino al 23 giugno); l’estemporanea di pittura La Seravezziana nelle vie e nelle piazze del centro cittadino (fino al 31 agosto). Un avvio brillante, coronato da una folta presenza di pubblico, che testimonia la varietà e l’attrattività degli eventi della bella stagione.

Al cuore del programma estivo due grandi esposizioni d’arte contemporanea e due ospiti di caratura internazionale: lo scultore tedesco Jörg Plickat e la poliedrica artista newyorcheseRachel Lee Hovnanian. Il primo – legato alla Versilia da molti anni, attivissimo fra Europa ed Estremo Oriente e recentemente premiato in patria con il prestigioso NordArt Major Prize – riunisce per la prima volta in Toscana una decina di opere monumentali dando vita a un percorso artistico che collega l’Area Medicea e il centro storico seravezzino con il centro di Querceta (“Scultura tra lo spazio e il vuoto”, dal 30 giugno al 5 ottobre). Con “Open Secrets” (dal 20 luglio al 15 settembre) Rachel Lee Hovnanian presenta invece a Palazzo Mediceo dipinti, sculture, installazioni interattive, opere su carta e video (tra cui alcuni inediti) che riassumono gli ultimi dieci anni della sua ricerca. Temi centrali della mostra sono le moderne tecnologie, l’iperconnessione, la pervasività degli strumenti di comunicazione e i riflessi che essi provocano nel complesso delle relazioni interpersonali. Un’esposizione multimediale di grande impatto estetico ed emotivo; la prima personale dell’artista americana in un’istituzione museale della Toscana.

Scultura contemporanea anche a Palazzo Rossetti, dal 22 giugno al 21 luglio, con la retrospettiva dedicata a Luigi Mormorelli: selezionate opere del suo primo periodo – gli anni Sessanta e Settanta – tratte dalla generosa donazione fatta dalla famiglia alla Città di Seravezza. Anche la mostra di Mormorelli, come l’esposizione di Plickat, rientra nella progetto “Seravezza Scultura” promosso dal Comune e dalla Fondazione Terre Medicee, al suo terzo anno.

Tra le mostre in calendario alle Scuderie Granducali da segnalare “Arborea – Riflessioni sull’abitare il mondo”, a cura di Nicola Micieli, con le opere di Costantino Paolicchi (dal 20 luglio al 18 agosto).

Nei suggestivi laboratori d’arte della Fondazione Arkad, proprio a fianco di Palazzo Mediceo, per tutta l’estate il pubblico avrà la rara opportunità di osservare gli scultori all’opera. In determinati giorni e orari gli studi saranno infatti aperti alle visite.

Confermatissimo il Seravezza Blues Festival che alla sua quinta edizione aggiunge un’ulteriore data – per un totale di quattro serate, dall’11 al 14 luglio – puntando a superare il record degli ottomila spettatori dello scorso anno. Stessa location, il prato del Mediceo, e stessa formula gratuita per un evento che ancora una volta porterà a Seravezza i grandi nomi del blues internazionale. La kermesse musicale sarà preceduta da una rassegna cinematografica (“Il cinema del diavolo”: 22 giugno, 4, 5 e 6 luglio) e verrà aperta la sera dell’11 luglio dallo spettacolo teatrale “Woodstock 50” presentato dal giornalista Andrea Scanzi.

Nella parte finale del mese di luglio torna anche Cibart, rassegna internazionale dedicata quest’anno al genio di Leonardo da Vinci. Dal 26 al 28 luglio tre giorni di grande suggestione: scultura, pittura, street-art, fotografia, danza, performance teatrali, momenti di riflessione e di approfondimento culturale, musica dal vivo, percorsi del gusto, letture. Focus sul rapporto tra Leonardo e il cibo e sui quattro elementi naturali – terra, acqua, fuoco, aria – in omaggio agli studi naturalistici che il genio di Vinci condusse nel corso della sua intera esistenza.

Ai tradizionali appuntamenti dell’estate seravezzina organizzati dalla locale Pro Loco si aggiungono i talk show pomeridiani del ciclo Aperitivo Mediceo condotti da Fabrizio Diolaiuti alla scoperta dei prodotti del territorio (luglio e agosto), gli incontri con gli autori del Festival Trame organizzati dall’1 al 4 agosto a Palazzo Mediceo dal Centro Studi Sirio Giannini e, tra fine agosto e i primi di settembre, l’ormai abituale appuntamento con l’artigianato d’alt

Share