” Era un’epoca in cui le persone e le condizioni di vita erano più semplici,con abitudini antiche.
Una volta l’uomo sapeva di aver bisogno degli altri, della famiglia, dei vicini, ed aveva un comportamento rapportato alla coscienza di queste sue necessità immediate o future. Non rifiutava l’aiuto perchè non lo rifiutassero a lui, condivideva il bello e il brutto per la necessità di non sentirsi solo.
Felicità era la gioia di concludere un buon affare, una buona vendemmia, di vendere il bestiame quando era il momento, era un focolare acceso, l’ebbrezza di una festa, un ballo, la visita ai parenti lontani…

Share