Ormai gli incendi, tutti di natura dolosa, alle pendici del Serra, non si contano più! Come i milioni di Euro per mandare squadre di pompieri, volontari Protezione Civilie , soprattutto, elicotteri e Canadair, per tentare di spegnere fiamme che anche oggi si sono levate, alte diverse metri, dalle pinete e dai boschi proprio al di sopra delle case di Massa Macinaia.

A questo punto, se le Forze dell’Ordine non riescono a prendere questi delinquenti, che ogni anno distruggono la vegetazione delle montagne del gruppo del Serra, bisognerà pensare a recintare questo tesoro naturalistico che se ne va in fumo e che ammorba oltretutto un’aria già resa pesantissima dalla cappa d’afa di questi giorni.

Sembra impensabile, con l’uso di telecamere sensibili alla più piccola sorgente di calore dii cui oggi disponiamo, di non individuare i piromani o i delinquenti che hanno altri fini che incendiano, da sempre, quello che è un polmone verde per tutta la provincia. Propio pochissimi giorni fa, si era avuto la devastazione al di sopra dell’abitato di S.Andrea di Compito e sul versante opposto al di sopra di Calci.

IMG_1628

Share