Ennesima stagione persa per il rilancio di Arni ed il mantenimento delle promesse fatte agli elettori in campagna elettorale. 
Partire da 3 Fiumi per valorizzare la frazione di Arni, ad oggi sensibilmente accantonata dall amministrazione. Questa dovrebbe essere una priorità per l’amministrazione.
Abbiamo una tesoro inestimabile, quello di 3 fiumi: un crocevia fra le aree turistiche della Versilia, della Garfagnana e della provincia di Massa Carrara.
Lo stabile a 3 Fiumi, in cui vennero versati centinaia di migliaia di euro verte in condizioni pietose ed è tutt’ora abbandonato.
Non valorizzare questa località e sintomo di incompetenza e incapacità nella Gestione del Territorio.
Un bacino di decine se non centinaia di turisti e passanti è quotidianamente lasciato  a sé stesso e non ne comprendiamo il motivo. Un’ennesima occasione per la promozione territoriale che viene snobbata.
Nelle ultime 2 campagne elettorali è stato promesso che lo stabile sarebbe tornato a funzionare ma ad oggi ancora niente. Speriamo che non sia l ennesimo asso nella manica che l amministrazione voglia tirar fuori all ultimo per racimolare voti, anche se lo temiamo fortemente, nonostante i cittadini siano stanchi delle promesse da campagna elettorale. Servono azioni incisive, fatti che rilancino il territorio e la sua economia.
Al tempo stesso serve dare risposte immediate agli abitanti per risolvere problematiche che da troppo tempo attanagliano la frazione di Arni. Ci riferiamo ovviamente alle opere di ripristino del cimitero che i cittadini chiedono a gran voce da anni, oppure alla grata in via Cà dei Menchi che rischia di provocare incidenti ed infortuni se non ripristinata. L intervento Urge di immediata risoluzione.
Sono quelle piccole grandi cose che costerebbero poco all amministrazione ma di cui I cittadini hanno gran bisogno.
Ricordiamo che si è amministratori di tutte le frazioni, non solo di alcune.

Share