Campobasso
07:00 del 06/07/2017
Scritto da Luca
fonteitalianosveglia.com

«All’inizio non ci siamo resi conto che era un problema strutturale e non di una sola estate. E ci siamo fatti male da soli. Siamo stati noi a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia, anche violando Dublino».
E non solo Dublino. I trattati stabiliscono infatti che le navi civili, in acque internazionali, sono considerate territorio dello Stato di cui battono bandiera. Quindi se una Ong francese, con una nave che batte bandiera francese, raccoglie dei profughi in mare, questi sono in territorio francese. E’ quindi la Francia il primo Paese che, anche secondo Dublino, deve farsene carico.
Ergo, ancora una volta, ci stanno prendendo in giro con le finte richieste di aiuto all’Europa: è tutta una sceneggiata per evitare di perdere ulteriori consensi.
Il governo Renzi ha ESPLICITAMENTE CHIESTO che TUTTI gli sbarchi avvenissero in Italia.

E perché il governo Renzi avrebbe concluso un accordo così folle e deleterio per il Paese, cosa ha ottenuto in cambio? Forse che la troika si giri dall’altra parte fino alle prossime elezioni e non metta i bastoni fra le ruote al PD?
Oppure si tratta semplicemente di convenienza, lauti guadagni per mafie, coop e mondi di mezzo assortiti, che sui migranti ingrassano?

Un altro grande successo della sinistra dei capaci. Che, ovviamente, essendo di una stirpe superiore, avevano capito benissimo e come sempre fanno pagare il conto agli italiani dei loro sporchi traffici.

Onore alla radicale Bonino per averlo ammesso.

Un politico che ammette di aver fatto un grosso errore ti fa nascere un barlume di speranza.

 

Share