Emergenza Covid: 500 uscite e 40 cani seguiti in 6 mesi. Questi i numeri

di Zamp-eggiando, servizio per aiutare le persone positive o in quarantena

L’assessore Raspini: “abbiamo sostenuto fin da subito l’idea di Anpana, perché ci è sembrata assolutamente di buonsenso in relazione all’attuale periodo critico”.


500 uscite e 40 cani seguiti nel corso degli ultimi 6 mesi. Sono questi i primi, significativi numeri del progetto “Zamp-eggiando con il tuo cane” ideato da Anpana Lucca e sostenuto dall’amministrazione comunale, che a partire dallo scorso mese di ottobre l’ha inserito tra le iniziative di assistenza alle persone e alle famiglie che sono dovute restare isolate nella propria casa per un periodo di quarantena.

Può sembrare una cosa di poco conto – afferma l’assessore alla protezione civile Francesco Raspini – ma sono state numerose le persone colpite da Covid-19 che, senza una rete parentale, si sono trovate in difficoltà a portare fuori il proprio cane e, soprattutto per gli animali che vivono in appartamento, la sgambata quotidiana è molto importante per mantenere buone condizioni di salute. Per questo ci è sembrata assolutamente di buonsenso la proposta avanzata dal presidente di Anpana di istituire questo servizio in corrispondenza di un periodo che risulta così critico per tutti noi”.

In effetti il nuovo servizio ha dimostrato immediatamente di andare a intercettare un bisogno reale e sentito da parte di molti cittadini lucchesi. Da subito sono arrivate decine di telefonate di aiuto, che hanno spinto Anpana a chiedere la collaborazione di altre associazioni animaliste che siedono al tavolo dell’Osservatorio Affari Animali del Comune di Lucca. Alla richiesta hanno risposto una decina di volontarie di Lav e Animalisti Italiani che hanno contribuito fino ad ora a coprire le uscite necessarie per portare a spasso i cani (una quarantina in tutto, meticci e di razza, con età diverse).

Crediamo in ciò che facciamo – dichiara il presidente di Anpana Lucca, Angelo Bertocchini – e ringraziamo da una parte le volontarie di Lav e Animalisti Italiani che collaborano con noi e dall’altra l’assessore Raspini che, con l’ufficio di Protezione Civile, ha creduto e continua a credere in questo progetto di supporto per i nostri cani”.

La Lav, presente sul territorio lucchese da più di venti anni – ha aggiunto Chiara Testi, referente Lav Lucca e presidente dell’Osservatorio Affari Animali –, ha accolto con entusiasmo la richiesta di Anpana di partecipare al progetto Zampeggiando, nello spirito di collaborazione che l’ha sempre contraddistinta. Lav Lucca ha anche preso in carico, in via autonoma e attraverso i propri volontari, richieste di famiglie in quarantena che sono residenti in altri Comuni, per dare una sorta di uniformità al servizio”.

Come funziona “Zamp-eggiando con il tuo cane”. Ogni cane preso in carico dal progetto viene portato fuori con orari che, compresi i giorni festivi, vanno dalle 7.30 del mattino alle 21.00 della sera. Chi ha necessità di attivare il servizio, può contattare Anpana Lucca ai numeri 366/2780347, 347/ 0111662 o la Protezione Civile del Comune di Lucca allo 0583/409061. Anpana inoltre, per chi è impossibilitato, si occupa di portare gli animali dai veterinari, toelette, cliniche per interventi e urgenze varie, sempre telefonando ai stessi numeri.

Share