Elezioni Regionali: La Valle del Serchio cala i suoi 4 Assi

Fermento nella Valle del Serchio per le Elezioni Regionali che si svolgeranno in Primavera. Attualmente i rappresentanti della Valle sono la barghigiana Ilaria Giovannetti eletta con molti voti e Marco Remaschi, incaricato come Assessore esterno 5 anni fa dalla forte cordata renziana. Pur non abitando in Valle, anche il consigliere Baccelli prese molti voti.

Per le Regionali 2020 sembra che la Valle del Serchio voglia calare i suoi 4 Assi: un sindaco di spessore, due ex sindaci conosciuti ovunque e un attivista apprezzato da tutti gli ecologisti della Toscana.

Il primo nome che gira nella Valle del Serchio è l’attivo ex Sindaco di Vagli di Sotto. Puglia sembra il candidato adatto per la Lega; conosciuto e apprezzato in tutta la Provincia e capace di convogliare voti oltre il partito politico. Difficile se non improbabile trovare un nome più forte ma Puglia non ha ancora sciolto le riserve, nonostante sembra ci sia una cordata della Lega che preme per sapere la risposta.

Secondo nome e secondo ex sindaco: Mario Puppa, ex sindaco di Careggine. Da tempo la sua candidatura nelle file del PD viene data per sicura. Un nome che dovrebbe andare dritto in Regione visto il consenso ecumenico. Sembra possa contare anche sul totale appoggio del Senatore Marcucci e questo spiana ancora di più la strada verso Firenze.

Eros Tetti è il nome che per gli ecologisti risulta una garanzia. Conosciuto e apprezzato, è il candidato ideale per la lista elettorale autonoma Toscana del Buon Vivere.

Giannini, Sindaco di Fabbriche, viene reclamato a gran voce nell’area di centro destra. Potrebbe essere il candidato ideale per Fratelli d’Italia. Anche lui apprezzato e conosciuto. In passato ha sfiorato l’elezione a Roma.

Quattro Assi quindi che potrebbero rappresentare al meglio la Valle del Serchio.

Non si escludono comunque altri possibili candidati.

Share