Se da una parte la politica è una cosa assolutamente seria che influenza pesantemente ogni aspetto della vita, dall’altra si cerca sempre di esorcizzare la tensione e la veemenza delle campagne elettorali con leggeri tocchi di ironia. Se il cinema, la tv e il teatro hanno offerto piccoli e grandi capolavori di comicità relativi alla politica, l’avanspettacolo ha da sempre offerto le cose migliori dipingendo quadri scarni ma pieni di pungente ironia.
Non mancano né sono mai mancate iniziative più o meno private di liste ironiche che in alcuni casi sono scese veramente in campo a livello comunale.
Forse non tutti sanno però che esiste un mondo parallelo alla politica ufficiale, chiamiamola così, dove ad ogni elezione nazionale si prova a proporre partiti sconosciuti e movimenti che in alcuni casi sfiorano l’esperienza di avanspettacolo.
Il primo passo per presentare un partito è relativamente facile, bisogna presentare entro i termini prestabiliti presso il Ministero dell’Interno al Viminale il simbolo, lo statuto, il programma elettorale e le eventuali dichiarazioni di collegamento, ovvero i partiti con i quali si intende formare una coalizione.
Il salto successivo è molto più impegnativo e difficilmente viene superato: servono almeno 375 firme per collegio plurinominale e bisogna presentarsi in almeno due terzi dei collegi. Chiaramente le firme devono essere certificate.
Le elezioni politiche italiane del 4 Marzo 2018 per il rinnovo dei due rami del parlamento videro al primo step un bel numero di Liste e Partiti che consegnarono logo e programma.
Qualche nome?
Sacro Romano Impero Cattolico, che sembra esista e ci provi da 30 anni.
W la Fisica, una sorta di radicalizzazione della scienza che propone Ogm, sperimentazione animale, combatte l’omeopatia e i no Vax ecc. Alcuni vedono nel nome un richiamo al famoso film di Nando Cicero.
Movimento NazionalSocialista dei Lavoratori, che già nel nome ricorda leggermente qualcosa del passato.
A seguire tutti gli altri:
Statuto dei lavoratori articolo 18 per il Recupero del Maltolto
Movimento tecnico nazionale popolare pace
Grande Nord
Destre Unite
SìAmo
Movimento Italia nel cuore
Cristiani per la crescita felice
Partito Valore Umano
Il popolo della famiglia
Popolo delle Partite Iva
Italia di Mameli
Movimento Mamme del Mondo per l’Italia;
Stato moderno e solidale (SMS)
Free flights to Italy
Movimento politico dei Forconi

Come dimenticare infine il PdA, Partito dell’Amore fondato nel 1991 da Schicchi e Biuzzi con candidate due icone mondiali del cinema Hard: Cicciolina e Moana Pozzi. In questo caso, seppur con risultati modesti, il partito si presentò alle Nazionali del 1992 e alle amministrative romane del 21 novembre 1993.
Cicciolina, Ilona Staller, era stata eletta con il Partito Radicale nel 1987 deputato nella X Legislatura del Parlamento italiano con 20.000 preferenze.

Nel passato ricordiamo le Liste più fantasiose: Movimento Bunga Bunga, Liberi da Equitalia, No alla chiusura degli ospedali, DNA di Cicciolina, Alleanza per la Terra, Civiltà rurale, Democrazia atea, Io non Voto, Arsura del Sud, Partito Pirata e Dimezziamo lo stipendio ai politici.

S.S.

Photo by Willian West on Unsplash

Share