Coronavirus: Ecco le regole generali varate dal nuovo Dpcm in vigore dal 4 dicembre al 15 gennaio 2021

I negozi rimarranno aperti fino alle 21 a partire dal giorno in cui saremo inseriti in zona arancione che presumibilmente sarà domenica 6 dicembre
🛑 Rimane in vigore il divieto di spostamenti dalle 22 fino alle 5 del mattino, eccetto che per motivi di salute, lavoro o necessità;
✋ Rimangono in vigore le fasce di colore: giallo, arancione e rosso con le diverse misure. Prima di Natale tutte le regioni dovrebbero essere in fascia gialla;
🎉 Il 31 dicembre il divieto di spostamenti sarà in vigore dalle 22 fino alle 7 del mattino, eccetto motivi di salute, lavoro o necessità;
🍴 I ristoranti lavoreranno a pranzo il giorno di Natale, Santo Stefano, 1 gennaio e 6 gennaio, con il limite di quattro persone al tavolo;
🥡 Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 22 la ristorazione con asporto;
👜 Fino al 6 gennaio 2021, i negozi al dettaglio potranno stare aperti fino alle ore 21.
Nei giorni festivi e prefestivi saranno però chiusi i negozi dei centri commerciali, eccetto farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, ed edicole;
🏫 Le scuole superiori riapriranno in presenza al 75% dal 7 gennaio 2021 (prima era del 50%, all’ultimo, in serata, è diventata del 75%);
⛷ Gli impianti sciistici apriranno il 7 gennaio;
🚙 Dal 21 dicembre al 6 gennaio sarà in vigore un divieto generale di spostarsi fra le varie regioni d’Italia, divieto che vale anche per il raggiungimento della seconda casa.
I ricongiungimenti fra persone che vivono in regioni differenti dovrebbero avvenire quindi entro il 20 dicembre fra regioni gialle, cosa che entro il 20 dovrebbero essere tutte le regioni. Resta comuque sempre possibile, anche dal 21 dicembre al 6 gennaio, fare ritorno alla propria residenza, al proprio domicilio o abitazione.
Quindi anche questo permette i ricongiungimenti;
👨‍💻 Anche dal 21 dicembre al 6 gennaio restano sempre consentiti gli spostamenti fra regioni motivati dal lavoro, dalla salute e dalla necessità;
🎄 Nei giorni del 25, 26 dicembre e 1 gennaio sono vietati gli spostamenti fuori dal proprio comune, salvo che per motivi di lavoro, salute o necessità. Su questo punto, come detto, stiamo facendo pressione perché sia rivisto questo divieto iniquo, che può essere mitigato con puntuali precisazioni su cosa si intende con “necessità”. Vediamo se saranno accolte le richieste;
🏨 I ristoranti degli hotel, la sera del 31 dicembre, saranno chiusi. Si potrà consumare la cena in camera.

 

Share