Verrà presentato presso la Fondazione Lazzareschi il prossimo 17 giugno a Porcari (ore 20,15) durante una conviviale del Rotary Club Montecarlo-Piana di Lucca.

Massimo Raffanti, il giornalista e scrittore lucchese fondatore dell’unica associazione culturale di Volo in Mongolfiera presente in Luccehsia, il “Vincenzo Lunardi Balloon Club che, dal 1984 con innumerevoli eventi dell’aria, mostre, convegni e studi, è ormai divenuto un indiscusso punto di riferimento nella realizzazione di importanti eventi aerostatici locali (sua l’ideazione del Trofeo di Capannori) sta mantenendo una promessa rivolta alla città.

Come si ricorderà, aveva annunziato la realizzazione di un cortometraggio sulla figura di Lunardi, un’ iniziativa che permettesse di gettare un ponte con il Regno Unito, terra d’indiscussi primati raggiunti dal pioniere lucchese che, il 15 settembre del 1784 col proprio Pallone ad idrogeno, fu il primo viaggiatore aereo in terra britannica.

Raffanti, grande divulgatore dell’aeronauta che sul tema ha scritto un libro, “Volare in Mongolfiera” con prefazioni dell’assessorato alla Cultura del Comune di Lucca e della Contessa Maria Fede Caproni del Museo Storico -Aeronautico di Trento, annuncia che il 17 Giugno prossimo, presso la Fondazione Lazzareschi di Porcari, quale fondatore del primo sodalizio dell’aria da cui è partita tutta la ricerca sull’ Uomo che parlava al Cielo”, presenterà un inedito filmato su Vincenzo Lunardi e sulle principali tappe rievocative che, grazie al proprio personale impegno, ne stanno suggerendo una giusta rivalutazione cittadina. L’autore si auspica che il cortometraggio possa essere prossimamente diffuso nelle scuole, vista la tardiva celebrazione di uno dei personaggi lucchesi piu’ noti al mondo.

L’interessante film è stato realizzato grazie all’importante patrocinio del “Rotary Club Montecarlo – Piana di Lucca”, col quale Raffanti, con la propria associazione culturale, era già in rapporto per una solidaristica campagna di prevenzione alla Polio.

Fra i collaboratori anche l’attore Sergio Forconi, protagonista di tanti bei film fra i quali “Il Ciclone” di Leonardo Pieraccioni, “Amici Miei”, “Berlinguer ti voglio bene” che ha accettato di buon grado di aderire all’iniziativa che verrà presentata anche a Londra, città su cui il Balloon Club prevede fra l’altro anche una rievocazione in Pallone a Moorfieds, luogo dove “il lucchese volante” seppe porre le basi della moderna scienza spaziale.

Sul tema Massimo Raffanti ha anche rivelato una recente corrispondenza col “Principe of Wales” che, in una lettera, gli ha manifestato interesse e disponibile supporto.

Il cortometraggio realizzato grazie a un apprezzato filmaker lucchese, ha poi lo scopo d’inviare ulteriori messaggi alla città, fra questi: la necessità di riportare a Lucca le spoglie dell’aeronauta morto a Lisbona,   la realizzazione di un “Palio dei Terzieri Città di Lucca”, quella di un piccolo Museo oltre alla concretizzazione di un cosiddetto “Porto Aerostatico” sul Prato del Marchese che, in un possibile accordo gratuito col Balloon Club, unica associazione di volo in mongolfiera della Lucchesia www.luccaballoonclub.it , potrebbe consentire non solo un introito per le casse cittadine ma anche un attrattiva turistica in più, permettendo ai turisti che lo desiderano, di levarsi in volo sulla città del padre dell’aerostatica mondiale: fra l’altro nel luogo dove Lunardi compì i propri esperimenti e direttamente con il Club che da 20 anni ne promuove la figura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

unnamed-4 unnamed unnamed-1

Share