EARTH HOUR 2018 AVRÀ COME MAIN PARTNER IN ITALIA IL GRUPPO SOFIDEL
“UNA COLLABORAZIONE DI LUNGA DATA CHE ORA SI ESTENDE ANCHE ALL’ORA DELLA TERRA”

 

sofidel
 

È partito il conto alla rovescia per Earth Hour, la mobilitazione globale del WWF che sabato 24 Marzo chiederà attraverso un’ora a luci spente (dalle 20,30 alle 21,30) un gesto simbolico per rendere evidente l’impegno collettivo contro i cambiamenti climatici. Sofidel, azienda conosciuta in Italia soprattutto per il marchio Regina, sarà main-partner dell’edizione italiana dell’evento, supportando il WWF Italia per la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e aderendo alla “ora di buio” attraverso lo spegnimento delle insegne di tutti gli stabilimenti produttivi italiani.

Si tratta di una ulteriore tappa che arricchisce una collaborazione decennale, caratterizzata dall’impegno concreto del gruppo cartario per migliorare le performance di sostenibilità. Dal 2008 Sofidel fa parte del Programma Climate Savers, l’iniziativa internazionale del WWF rivolta alle grandi aziende che scelgono di adottare piani volontari per ridurre le emissioni di gas serra, attraverso lo sviluppo di strategie e tecnologie innovative. Sofidel si è infatti impegnata a ridurre del 23% entro il 2020 le emissioni dirette di gas serra per ogni tonnellata di carta prodotta, mettendo in atto programmi di efficienza energetica e di utilizzo di energia rinnovabile. In termini di confronto, ciò significa l’abbattimento di circa 900.000 tonnellate di CO2, pari alle emissioni di una flotta di 10.000 tir che percorrono 10.000 km all’anno per 10 anni. Alla fine del 2017, Sofidel ha effettivamente ridotto le emissioni dirette di CO2 al 20,6% per tonnellata di carta prodotta rispetto ai valori base del 2009.

Sofidel ha inoltre esteso la propria politica di sostenibilità lungo la value chain, identificando opportunità di riduzione delle emissioni di gas serra causate da soggetti terzi come i fornitori. Il processo virtuoso coinvolge anche attività di fornitura, packaging, trasporto di materia prima e trasporto del prodotto finale, con l’obiettivo di diminuire del 13% entro il 2020 le emissioni di gas serra per ogni tonnellata di carta prodotta, rispetto al 2010.

Un altro punto di collaborazione tra Sofidel e WWF è stata la condivisione di obiettivi per migliorare il processo di approvvigionamento forestale del Gruppo in termini di ricorso a fonti certificate e il processo di trasparenza verso gli stakeholders. Nel 2016 Sofidel ha raggiunto la percentuale del 100% di fibra certificata da terze parti indipendenti con schemi di certificazione forestale (FSC®, FSC Controlled Wood, SFI®, PEFC™).

Per WWF, il confronto con le imprese rappresenta una leva per promuovere una sempre più necessaria responsabilità sui temi ambientali, per indirizzare, prevenire e mitigare gli impatti su biodiversità e risorse naturali. Le principali sfide riguardano temi come la produzione e approvvigionamento responsabile delle materie prime, la transizione verso un’economia a basse emissioni, il passaggio verso energie rinnovabili, il supporto a una gestione sostenibile degli ecosistemi. In quest’ottica, da 10 anni WWF e Sofidel collaborano su questioni strategiche per il settore cartario.

 

“Le scelte ambientali di un leader di mercato possono influenzare positivamente la catena connessa alle proprie attività, promuovendo verso partner, istituzioni, consumatori finali l’attenzione verso l’ambiente”. Dichiara Gianfranco Bologna Direttore Scientifico WWF Italia che aggiunge: “per questo la partnership con Sofidel mira a dimostrare come sostenibilità ambientale e innovazione, opportunità di sviluppo e competitività possano, guidati da una visione per un futuro planetario diverso dall’attuale, andare di pari passo”.
“In questi anni ci siamo impegnati per essere un’impresa sempre più responsabile, capace di perseguire uno sviluppo sostenibile in termini ambientali e sociali, per rispondere ai nuovi bisogni e alle nuove sfide della società”, ha commentato Luigi Lazzareschi, Amministratore Delegato di Sofidel che aggiunge: “Un lavoro portato avanti in primo luogo all’interno del nostro processo produttivo, ma che ci ha visti anche costantemente impegnati a fianco di istituzioni, partner e clienti in un’azione di collaborazione e sensibilizzazione nella quale crediamo molto. L’importante rapporto con il WWF rientra in questo quadro. Ci aiuta a sviluppare un approccio organico e a fare sistema: a sviluppare – come impresa – una visione aperta, positiva e responsabile sul futuro”.

 

Sofidel, oltre a sostenere l’evento Earth Hour 2018, vi parteciperà attivamente attraverso una propria rappresentanza: un team composto da dipendenti Sofidel e da studenti del territorio di Lucca parteciperà infatti alla “Pedalata per il Clima” organizzata dal WWF per il 24 marzo a Roma, che partirà dal Colosseo alle 20:30 per raggiungere alle 21:30 la Basilica di San Pietro.

 

L’evento di Roma

Share