Gli animali sono esseri pieni di amore; molti di loro, come gli elefanti, sono estremamente socievoli , amano condividere con altri esemplari e persino con gli umani, sono abituati ad avere famiglie molto grandi dove non sono mai soli.

Sfortunatamente, c’è un elefante che ha dovuto passare molto tempo da solo, Flavia, conosciuta come “l’elefante più triste del mondo “.  Ha dovuto vivere una vita solitaria senza quella socializzazione che piace così tanto a questi animali.

Sfortunatamente, dopo aver vissuto una vita così solitaria, Flavia è morta di recente all’età di 47 anni, dopo aver vissuto 43 anni allo zoo di Cordova, in Spagna , dopo aver subito un deterioramento della sua salute negli ultimi mesi.

Flavia ha avuto una vita completamente triste e solitaria dopo essere stata separata dalla sua famiglia a 3 anni per essere rinchiusa in una gabbia in uno zoo per più di 40 anni. 

Quando la PACMA ha condotto la sua campagna un paio di anni fa per salvarla dallo zoo in cui si trovava così male, ha menzionato quanto fosse sola e l’aspetto così depresso che aveva in quel posto.

Silvia Barquero ha visitato Flavia

Questa storia avrebbe potuto avere un lieto fine Flavia, l’elefante più triste del mondo, Silvia Barquero, presidente della PACMA, ha denunciato lo scorso novembre, il confino di Flavia nello zoo di Cordova. Oggi Flavia è morta. Stavamo facendo un grande sforzo per migliorare la sua salute e salvarla. #DEPflavia

Pubblicato da PACMA – Partido Animalista venerdì 1 marzo 2019

E non era solo lei, c’erano altri animali nel posto che avevano gli stessi sintomi di solitudine e ansia dovuti alla solitudine.

Purtroppo, dopo una lunga e triste vita, Flavia morì all’età di 47 anni, mentre gli elefanti uscirono vivi fino a 70 anni.

Gli esperti ritengono che la sua morte in tenera età sia dovuta alla depressione che ha subito ; Per ora, il gruppo per i diritti degli animali, PACMA, sta lavorando per spostare il corpo dell’animale in un santuario degli elefanti.

A causa del triste e solitario confinamento che Flavia ha dovuto vivere, PACMA richiede che non vengano più inviati animali in questo zoo , oltre a chiedere che gli animali trovati nello zoo di Córdoba non continuino a riprodursi.

“Speriamo che nessun animale lo attraversi di nuovo”, ha detto la presidente della PACMA Silvia Barquero.

Piccole cose / Indipendente

Lo zoo di Córdoba era a conoscenza dello stato di Flavia e durante la sua malattia hanno lavorato a stretto contatto con PACMA per spostarlo in un luogo in cui era stato migliorato, ma ciò non è stato possibile perché la salute dell’animale è peggiorata.

È del tutto triste per quello che ha dovuto attraversare Flavia, un animale che ha vissuto una vita nella solitudine più deprimente … E così è morto. Non possiamo permettere che queste cose continuino ad accadere, dobbiamo essere la voce di coloro che non possono parlare.

Diffondi questa notizia per alzare la voce, l’abuso di questi animali deve fermarsi ora!

Share