E’ una vera e propria corsa all’oro, che tornato a furor di mercato

– scrive il Sole 24 Ore di oggi – come il bene rifugio per eccellenza: era finito nel dimenticatoio, schiacciato dalla voglia di rischio e dalla smania di speculativa, ma ora è l’asset class più forte e gettonata dalla comunità finanziaria e dal risparmio dei singoli cittadini.

 lingotti-oro

Basta guardare il suo bilancio di fine trimestre per farsi un’idea di situazione e prospettive: la domanda di oro è salita in tre mesi del 21%, il balzo più elevato dopo quello registrato tra fine 2011 e 2012, quando i mercati finanziari sembravano giunti all’armageddon, e questo fa pensare come allora che ce ne sia un altro forse peggiore in arrivo.

Anche i prezzi sono per conseguenza cresciuti a due cifre, intorno al 16%: è il livello più alto degli ultimi 30 anni. E a comprare oro non sono solo i piccoli risparmiatori spaventati dalle borse, ma anche i grandi investitori istituzionali dei fondi, che in meno di due mesi hanno raddoppiato i loro acquisti facendo esplodere il mercato dei derivati sul metallo giallo. Il balzo dell’oro è ancor più significativo se si pensa che i grandi compratori tradizionali – India, paesi asiatici e banche centrali – non hanno avuto il ruolo-guida nella nuova corsa all’oro. Cosa sta per accadere?

Fonte: qui

fonte stopeuro

Share