E’ DI Bagni di Lucca, il miglior sommelier della zona centro Italia.

Grande Luisa
È Luisa Tolomei, 50 anni, nata alla Villa, il capoluogo di Bagni di Lucca, il miglior sommelier della zona centro Italia. Così ha stabilito l’azienda Distilleria Bonaventura Maschio, che aveva organizzato una gara. Il punteggio più alto abbinato al settore della ristorazione sono stati la combinazione vincente, e ora Luisa diventa un’altra eccellenza della cittadina termale.
Il concorso, composto da un test e da una degustazione per due vini e quattro distillati, si è svolto a Treviso e in questi giorni è arrivata la telefonata di Andrea Maschio (uno dei dirigenti della distilleria) che le comunicava il successo ottenuto e l’ ambito riconoscimento assegnatole.
Tolomei, un fisico e un sorriso da ragazzina, è felice e desidera ringraziare la delegazione AIS di Lucca per la professionalità dimostrata nella gara. Luisa vive a Vico Pancellorum col marito Pietro Nardini, da tutti conosciuto come ‘Pierino”, e la figlia Gemma, di 23 anni. Da 22 anni lavora al ristorante La Buca di Baldabo’, gestito da Enrico Vitali con la moglie Giovanna Merlini. Il ristorante è la meta preferita di tanti turisti che arrivano per visitare lo storico borgo, anche nei mesi invernali, ma pure dei tantissimi amanti della buona cucina che apprezzano i piatti proposti dallo staff.
“Sono felice e quasi incredula – dice Tolomei -. Tutto è cominciato due anni fa per combattere la tristezza e la noia arrivate in seguito alla brutta frattura di una gamba. È stato un periodo difficile, lungo e ho così pensato di iscrivermi al corso di base per sommelier. Ho seguito e superato i tre livelli previsti e al termine del corso, alla fine di questo inverno, ho avuto la possibilità di partecipare alla gara. Ho acquisito il diritto a cimentarmi grazie alla valutazione ottenuta con l’esame di sommelier. Si tratta di un concorso molto particolare, davvero una bella esperienza. L’azienda che organizza ha un comportamento filantropico e tiene molto alla degustazione dei distillati come la grappa e il rum. È stato proprio Andrea Maschio a telefonarmi e la mia gioia è stata grandissima”.
Felicissimi, ovviamente, anche i titolari della Buca di Baldabò, che possono vantare la presenza nello staff del locale di una sommelier di primissimo piano.
FONTE DALLA PAGINA FACEBOOK DI Emanuela Ambrogi

Share