Due giorni belli ed intensi:Il resoconto del premio letterario “Essere donna oggi”

Momenti conviviali con Giuliana Sgrena , Alessia Sorgato
e Merilia Ciconte e tanti altri amici

Ieri sera si sono conclusi due giorni veramente belli ed intensi. Il primo premio letterario “Essere donna oggi” è costato molte fatiche che sono state ripagate da un vero successo della manifestazione. L’Associazione culturale L’Aringo, l’Amministrazione Comunale di Gallicano e Tra Le Righe Libri di Andrea Giannasi sono lieti di aver portato nella nostra comunità personalità di spessore culturale notevole. Forte e crudo l’intervento di Giuliana Sgrena alla sala CIAF, coinvolgente ed appassionante la lezione di vita che Alessia Sorgato ha dato ai ragazzi ( e non solo) delle scuole medie, vera e sanguigna come le nostre montagne la testimonianza di Normanna Albertini, senza nemmeno scordarsi di Virginio Monti che ci ha raccontato la vita di una donna epica e anche Massimo Ceresa che ci ha illustrato il fenomeno Femen. Ma ci è impossibile non citare Paolo Miggiano e il suo libro “Ali spezzate”(premiato come miglior libro d’inchiesta).

A tavola con Paolo Miggiano e  Dalila Speziga

Nel corso del premio letterario è stato consegnato anche il premio “L’Aringo- il giornale di Gallicano”. Il premio è stato assegnato al romanzo “Una volta l’estate” (edito da Meridiano Zero) di Ilaria Palomba e Luigi Annibaldi. Il riconoscimento è stato consegnato dalle mani del presidente e dal vice presidente dell’Associazione culturale L’Aringo, rispettivamente Antonella Cassettari e Paolo Marzi. L’associazione intera, inoltre vuole dire un grazie grosso come una casa a coloro che in questi due giorni sono rimasti nell’ombra e che ci hanno fornito il loro fondamentale aiuto: Giulio Baldacci e Sara Greco. Inoltre ricorderemo ben volentieri tutti gli altri amici conosciuti (oltre ai già citati) da Dalila Speziga (vincitrice del premio Vanessa Simonini), Merilia Ciconte (che ricevuto il contratto di edizione con Tra le Righe Libri) e Simonetta Simonetti (.premio Centro di Ascolto “Non ti scordar di te”) al libro “Emma e i suoi figli”. Non ci resta che dire che noi il prossimo anno saremo sempre qua, pronti ad accogliervi tutti a braccia aperte
Ecco dunque un po’ di foto a ricordo di due giorni bellissimi

fonte paolo marzi


 

Share