Drosera: la pianta carnivora che si mangia la tosse

La drosera è una pianta carnivora e resistente, conosciuta da secoli nella medicina popolare poiché cure infezioni delle vie respiratorie.
Particolarmente resistente e capace di adattarsi a qualunque clima, è una piccola pianta capace di catturare e digerire insetti con i succhi secreti dalle sue foglie; sono proprio le parti aeree a venire utilizzate per curare diverse patologie. Merito della presenza di oli essenziali, naftochinoni e flavonoidi.
La drosera viene utilizzata soprattutto per curare le affezioni delle vie aeree, come bronchiti e tossi, ed è particolarmente efficace sulla tosse secca e stizzosa per merito del droserone, in quanto è in grado di agire sulla muscolatura liscia dei bronchi come un calmante. Ha anche un’azione antimicrobica data dalla presenza dei naftochinoni, in grado di contrastare funghi e batteri.
La drosera viene pertanto impiegata nella formulazione di sciroppi e gocce efficaci nel trattamento della tosse.

Share