Dopo la scuola degli Alberghi, arriva il turno della Simonetti 

 

Dalla Fondazione in arrivo 200mila euro per adeguamento sismico e funzionale

 

Giurlani “Stiamo per completare uno straordinario lavoro sulle scuole con il Cardino e Collodi”

 

Proprio nello stesso giorno in cui, con una grande festa, veniva inaugurata la scuola Libero Andreotti degli Alberghi completamente adeguata al rispetto delle norme antisismiche  e oggetto di una ristrutturazione funzionale molto importante, è arrivata un’altra buona notizia sul fronte scolastico al sindaco di Pescia Oreste Giurlani.

 

Con una comunicazione ufficiale, la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ha accordato un finanziamento di 200mila euro per l’adeguamento sismico dell’edificio scolastico della scuola primaria dell’istituto comprensivo “Rita Levi Montalcini”, conosciuta anche e soprattutto come le scuole Simonetti.

 

Questo contributo sarà integrato da fondi comunali per raggiungere la cifra di circa 560mila euro necessaria alla realizzazione di tutto l’intervento, che è molto simile a quello realizzato e molto apprezzato della scuola degli Alberghi.

 

“Ringrazio ancora la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia per la sensibilità dimostrata e l’attenzione verso le necessità della nostra città- è il pensiero del sindaco di Pescia Oreste Giurlani-. Questo contributo premia la capacità progettuale degli uffici comunali e il nostro piano di messa in sicurezza delle scuole pesciatine che ci ha visto effettuare interventi per circa 10 milioni di euro. Investiamo sul futuro dei nostri giovani e giovanissimi partendo dalla loro sicurezza scolastica. Un piano molto ambizioso che ci ha visto intervenire praticamente ovunque. Dopo la Simonetti, completeremo il nostro progetto con il Cardino, con una serie di lavori alla materna per 280mila euro e le scuole di Collodi, per le quali puntiamo  anche all’ampliamento e, a quel punto, potremmo considerarci soddisfatti per avere pressochè concluso un importante punto programmatico del nostro mandato amministrativo”.

Share