Domenica al palatagliate  andrà in scena il derby per eccellenza, Lucca-Pisa, sarà anche il giorno del Game Day, una giornata particolare, organizzata con la Croce Verde di Lucca, da anni presenti al nostro fianco supportandoci con la loro professionalità e mezzi in ogni evento sportivo, ai quali verrà devoluto l’incasso della serata.

 

I ragazzi di Tonfoni accoglieranno il Cus Pisa, una squadra a pari punti in classifica con il Bcl, ma la sua posizione non deve trarre in inganno.

E’ un avversario di tutto rispetto, neo promossa in C Gold, grazie anche ai canestri di Benini, oggi presente nel quintetto del Bcl.

E’ una squadra che a dispetto dei risultati fino ad ora conseguiti ha qualità, possiede un quintetto di senior esperti, composto da Florindi, vero e proprio leader del gruppo e anche ottimo playmaker, poi c’è Italiano un esterno tiratore con un rilascio rapidissimo nel tiro, come Siena e poi i lunghi Lazzari e Fantoni che sono giocatori di sostanza che completano il quintetto.

A questi si aggiungono dalla panchina i vari Giannelli, Redini e Quarta che danno grande brillantezza al gioco del Cus Pisa

 

Il Basketball Club Lucca si trova oggettivamente in una situazione di difficoltà, gli infortuni hanno di fatto costretto Tonfoni in queste settimane a modificare i piani di allenamento e per colmare le assenze ha dovuto inserire nel gruppo degli allenamenti alcuni ragazzi della giovanissima U17 eccellenza

 

“Noi purtroppo siamo in una situazione un po’ complicata perché Burgalassi ha dovuto subire un intervento chirurgico per ricomporre la frattura, perché Vona ancora non ha recuperato a pieno e nemmeno Balducci. Quindi ci alleniamo con difficoltà, attingendo ai ragazzi del vivaio che ci danno una grossa mano, come ce la sta dando tutto lo staff medico, dal Dott Precisi ad Ercolini e Giuntoli che si stanno adoperando affinché tutti gli infortunati possano recuperare in tempi ragionevolmente brevi. Da parte di tutti c’è un dispendio di energie  per la causa e questo è davvero apprezzabile.”

 

Tonfoni ha comunque le idee chiare su chi sono gli avversari e come devono giocare i suoi ragazzi per portare a casa il risultato ed interrompere il digiuno da vittorie che dura da ben quattro turni.

 

“Quella con il Cus Pisa è una partita da giocare con il coltello tra i denti, cioè, si può parlare di tattica, di tecnica, si può parlare di piano partita, ma non si può assolutamente prescindere da un atteggiamo che abbiamo già visto in alcuni momenti contro Spezia, ovvero battagliero, energico e propositivo, ci vuole grande unità di intenti da parte del gruppo perché giochiamo in casa, perché è una partita importante perché è un derby e ci sarà una cornice di pubblico importante, quindi dobbiamo interpretare una partita con grande dispendio di energie e sentendo il peso della maglia che indossiamo”

 

Palla a due alle ore 18:00 di Domenica 19 Dicembre al Palasport

 

Share