Personale: domande entro giovedì 16 gennaio per accedere al concorso del Comune di Seravezza per l’assunzione di 6 esperti amministrativi di categoria C

Scadenza fissata a giovedì 16 gennaio per il concorso indetto dal Comune di Seravezza per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di nuove unità di personale. Il bando è per 6 esperti amministrativi di categoria C, posizione economica 1, con retribuzione annua lorda fissata in euro 20.344,07, da inquadrare in vari uffici dell’ente. Uno dei posti è riservato al personale interno e destinato al settore Politiche della persona. Al concorso si accede con il diploma di scuola media superiore. Le domande di ammissione vanno inoltrate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo Comune di Seravezza, Servizio gestione del personale, via XXIV maggio 22, 55047 Seravezza (Lu), oppure mediante posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo.seravezza@postacert.toscana.it o, infine, mediante consegna diretta all’Ufficio Protocollo del Municipio.

«Dopo anni di blocco delle assunzioni il Comune di Seravezza torna ad assumere per colmare una serie di necessità determinatesi in vari settori anche a seguito dei recenti pensionamenti», spiega Sabrina Verona, consigliere delegato alle problematiche del personale. «Il piano triennale dei fabbisogni dell’ente indica in undici le unità da assumere. Sei sono quelle che entreranno con l’attuale bando. Serviranno inoltre un istruttore tecnico categoria C per l’urbanistica, uno specialista informatico e un altro specialista tecnico, entrambi di categoria D, e due agenti della polizia municipale. Alcune di queste figure entreranno attraverso le procedure di mobilità fra enti pubblici. Esortiamo tutti i potenziali interessati a cogliere l’opportunità offerta dal concorso ed a presentare le loro candidature».

I requisiti per partecipare alla selezione sono i seguenti: cittadinanza italiana o di uno degli Stati dell’Unione Europea; età non inferiore ai 18 anni; assenza di condanne penali; godimento dei diritti civili e politici; appartenenza all’elettorato politico attivo; non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione; assenza di condanne penali; idoneità fisica all’impiego; aver assolto gli obblighi imposti dalla legge sul reclutamento militare (per i candidati di sesso maschile); possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado conseguito previo superamento di un corso di studi di durata quinquennale. Per la partecipazione al concorso dovranno essere presentati copia di un documento di identità, copia della ricevuta di versamento della tassa di concorso pari a 10 euro, eventuale certificazione che attesti la condizione di portatore di handicap e relativa percentuale di invalidità.

Le prove d’esame saranno precedute da una prova selettiva con test a risposta multipla per la verifica delle attitudini e della professionalità dei candidati e della loro potenziale rispondenza alle caratteristiche proprie delle attività in questione. La preselezione avrà ad oggetto sia quesiti inerenti le materie delle prove di esame sia quesiti di cultura generale, nonché test volti a verificare le capacità trasversali quali il ragionamento logico, verbale e numerico. La prova preselettiva sarà svolta al solo scopo di determinare i sessanta candidati da ammettere alle prove d’esame e non costituirà elemento di valutazione di merito nel concorso.

Le prove d’esame vere e proprie consisteranno in due prove scritte ed una prova orale.

La prima prova scritta consisterà in un test a risposta multipla idoneo a valutare il livello delle conoscenze specificamente possedute dai candidati nelle seguenti materie di esame: Ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli Enti Locali; Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni e Codice di comportamento dei dipendenti pubblici; Elementi di diritto amministrativo, con particolare riferimento ad atti e provvedimenti amministrativi, principi che regolano l’attività amministrativa e il procedimento amministrativo, accesso agli atti, tutela della privacy; Elementi di diritto penale, con riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione; Elementi in materia di trasparenza e di prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nelle Pubblica Amministrazione; Elementi in materia di Codice degli Appalti; Elementi in materia di Codice dell’amministrazione digitale.

La seconda prova scritta sarà volta ad accertare il possesso delle competenze proprie della professionalità ricercata e potrà consistere nella redazione di un elaborato, nella formazione di schemi di uno o più atti amministrativi o nella risoluzione di quesiti a risposta sintetica.

La prova orale verterà sulle materie del programma d’esame e servirà anche ad accertare la conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Il bando completo del concorso e la relativa domanda di partecipazione sono consultabili presso il sito internet del Comune di Seravezza (www.comune.seravezza.lucca.it ) nella sezione Trasparenza, pagina Bandi di concorso.

Share