Bollette in aumento con il Decreto Rilancio? Occhio agli emendamenti di PD e M5S

Dl Rilancio: spuntano rincari per consumatori italiani. Occhio alle bollette

Bollette in aumento con il Decreto Rilancio? Possibile, stando agli ultimi emendamenti presentati.

Il testo del Dl ha visto la luce nel pieno dell’emergenza coronavirus e si è affiancato all’altrettanto noto Decreto Cura Italia. Entrambi hanno avuto l’obiettivo di frenare il tracollo economico causato dal coronavirus tramite l’introduzione di misure a sostegno di imprese e famiglie.

Eppure, stando alle notizie degli ultimi giorni, nel Decreto Rilancio potrebbero trovare posto nuovi rincari per i consumatori, che potrebbero tradursi in un possibile aumento delle bollette di luce e gas.

Bollette in aumento con Dl Rilancio? La proposta

Le discussioni sui possibili rincari in dirittura d’arrivo sono esplose in seguito alla presentazione di due emendamenti al Dl Rilancio presentati rispettivamente da PD e Movimento 5 Stelle.

Il loro obiettivo? Quello di aiutare le persone più in difficoltà e le famiglie messe con le spalle al muro dal coronavirus. In che modo? Tramite l’applicazione di una detrazione sull’IRPEF, da finanziare tuttavia con l’aumento degli oneri di sistema, una voce che ognuno di noi può trovare sulle proprie fatture di luce e gas.

In altre parole, la riduzione dell’aliquota per le persone più bisognose potrebbe portare a un aumento delle bollette per tutti.

Come era ovvio che fosse, le critiche non sono mancate. A Milanofinanza.it il responsabile Energia dell’Unione nazionale consumatori, Marco Vignola, ha parlato di una finalità giusta ma di strumenti sbagliati. Bene dunque tutelare le persone più in difficoltà, ma non pesando su tutto il resto dei consumatori.

“Chiediamo che gli emendamenti siano ritirati e al loro posto sia prevista per tutti la sospensione, fino alla fine dell’anno, degli oneri generali di sistema e dalle componente Terna sulle bollette di luce e gas,”

ha dichiarato, proponendo anche la rimodulazione e l’automatismo immediato del bonus sociale per quanti stanno entrando in una condizione di difficoltà a causa del coronavirus.

“Invece di dare un contributo a chi è in difficoltà a carico dello Stato, ricorrendo alla fiscalità generale, l’aiuto finirà per essere a carico degli altri consumatori che in questo periodo, tra cassa integrazione o serrande abbassate, non navigano certo nell’oro, rincarando le loro bollette”,

ha concluso.

Se gli emendamenti troveranno spazio nel Decreto Rilancio, insomma, i consumatori dovranno fare i conti con una nuova ondata di rincari e con un nuovo, inatteso aumento delle bollette di luce e gas.

Share