101852_padriseparatifiorello

La colpa dell’impoverimento degli esseri umani e’ del governo italiano che non da i giusti ammortizzatori come fanno in tutti i paesi europei.

Milano
07:00 del 05/12/2017
Scritto da Luca
fonte italianosveglia.com

La colpa dell’impoverimento degli esseri umani e’ del governo italiano che non da i giusti ammortizzatori come fanno in tutti i paesi europei. I padri separati e le donne separate devono essere tutelati dallo Stato negli altri paesi danno anche la casa agli uomini separati. State creando guerra tra poveri mettendo i padri contro le madri, gli uomini contro le donne che gia’ vivono una situazione faticosa. Vergognatevi aizzate gli uomini alle violenze sulle donne, e’ lo stato che si deve occupare dei problemi dei cittadini.

Il vero equilibrio famigliare, probabilmente, si avrà nel momento in cui i figli potranno essere concepiti in camere di gestazione esterne al corpo femminile. Così, finalmente, le donne smetteranno di percepire i figli come “esclusiva proprietà personale”. Smetterà il ricatto dei 9 mesi. Ci sono tanti padri con la P maiuscola, ai quali tolti i figli non sono più nulla, vengono annientati. Ed in giro ci sono migliaia di padri annientati. Invisibili, non rappresentati da nessuno.

Colpevolizzati e denigrati. Ogni tanto se ne parla, ma nulla cambia. Non è mai una priorità.

Purtroppo ormai è la normalità separarsi, comunque sono situazioni complesse che vanno analizzate nello specifico perchè ci possono essere casi in cui ci sono rapporti extraconiugali a determinare la rottura oppure “semplice” fine del rapporto da parte di una o tutte e due le parti…per esempio. In generale stà all’intelligenza delle persone risolvere i conflitti in maniera civile e cercando nel limite del possbile di non far soffrire i figli, ma certo è difficile.

Occorre riformare il matrimonio. Magari pesando l’entità delle tutele al coniuge più debole sulla durata dell’unione. Tipo una separazione nei primi 3 anni equivale a non essersi mai sposati, quindi nessuna tutela e nessun diritto alla casa. Gli eventuali figli vengono trattati come se fossero nati fuori del matrimonio. Dai 3 ai 7 anni qualche tutela in più e così via.

La soluzione è semplice: ci vuole una legge che faccia perdere ogni diritto al mantenimento, alla custodia dei figli e alla casa a chi richiede il divorzio senza giusta causa (tradimento, violenza fisica o psicologica, comportamenti illeciti e pregiudizievoli della qualità della vita). Però oggi va molto più di moda preoccuparsi delle pretese dei gay piuttosto che dei diritti fondamentali degli etero che hanno chiesto e ottenuto (sulla carta) la parità.

Share