divieto di abbruciamenti prolungato fino al 3 aprile; multe fino a 2000 euro

 

TOSCANA – I roghi degli ultimi giorni hanno confermato la pericolosità di questo periodo stagionale per quanto riguarda gli incendi boschivi. E la Regione ha annunciato la proroga del divieto

Non solo: fino a domenica 27, e salvo proroghe del provvedimento, è vietata qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all’interno delle aree attrezzate.

L’amministrazione regionale ha ricordato anche che chi effettua un abbruciamento ora rischia la sanzione comminata dagli organi di polizia. Che varia dagli oltre 2000 euro nei comuni a rischio particolarmente elevato per lo sviluppo di incendi boschivi, ai 240 euro nei comuni a rischio non elevato.

Inoltre, se l’abbruciamento provoca un incendio alla sanzione si aggiunge il reato di incendio colposo, punibile penalmente.

In questo periodo i servizi dell’Antincendio boschivo sono rafforzati, non come nel periodo estivo ma comunque c’è un livello di operatività più alto rispetto ai periodi non a rischio.

 

Share