Distretto turistico della Valle Apua e’ stato richiesto l’istituzione

È stato avviato l’iter per l’istituzione del Distretto turistico della Valle Apua. La giunta regionale della Toscana deve inviare formale richiesta al ministero dei beni culturali e del turismo che dovrà istituire la nuova realtà. Il Distretto rappresenta l’unificazione strategica di più imprese pubbliche e private che collaborano per perseguire l’obiettivo di valorizzazione del territorio di riferimento

Ad avanzare la richiesta sono le Unioni di Comuni della Lunigiana in provincia di Massa Carrara, della Garfagnana e della Media Valle del Serchio in provincia di Lucca. I territori comunali interessati sono complessivamente 34 ed esattamente: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Tresana, Villafranca in Lunigiana e Zeri per quanto riguarda l’Unione dei Comuni della Lunigiana; Careggine, Camporgiano, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Fosciandora, Gallicano, Giuncugnano, Minucciano, Molazzana, Piazza al Serchio, Pieve a Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano, Fabbriche di Vergemoli e Villa Collemandina per quanto concerne l’Unione dei Comuni della Garfagnana; Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli e Pescaglia per quanto riguarda l’Unione della Media Valle del Serchio; il Comune di Pontremoli in provincia di Massa Carrara che non appartiene a nessuna delle suddette Unioni ma ha ugualmente firmato il protocollo d’intesa. Una volta che il ministero dei beni culturali e del turismo avrà istituito il Distretto, la giunta toscana definirà, attraverso una propria delibera, i Comuni che entreranno a far parte della nuova realtà con la delimitazione ufficiale del territorio.

Share