disservizi per ritardata migrazione dell’utenza telefonica

una segnalazione da federconsumatori di luccaindex
Una signora di Lucca ha sottoscritto il contratto per la migrazione della propria utenza telefonica
dal precedente al nuovo gestore e per l’attivazione del servizio voce ed internet. Il servizio non è
stato attivato nei termini previsti e pertanto l’utente ha proposto vari reclami, tramite il Servizio
Clienti; inoltre, la malcapitata cittadina continuava a ricevere le fatture dal precedente gestore, con
l’addebito dei canoni di servizio che di fatto non poteva utilizzare.
Non ottenendo risposta ai propri reclami, a settembre la signora si è rivolta alla Federconsumatori di
Lucca. La nostra associazione – dichiara Fabio Coppolella, Presidente provinciale della
Federconsumatori – ha proposto reclamo ai due gestori telefonici, contestando il ritardo nella
migrazione dell’utenza e le fatture per il servizio non utilizzato.
Successivamente – prosegue Coppolella – abbiamo attivato la procedura di conciliazione
obbligatoria, presso il Co.Re.Com. Toscana, chiedendo la risoluzione del rapporto con il precedente
gestore, senza addebito di costi o penali e l’annullamento delle fatture, oltre alla corresponsione
degli indennizzi per tutti i disservizi subiti dall’utente.
In sede di udienza di conciliazione, presso il Co.Re.Com. Toscana, sono state accolte tutte le nostre
richieste, con la risoluzione del rapporto contrattuale, lo storno integrale delle fatture e l’indennizzo
di euro 600,00 per i ritardi ed i disservizi subiti dall’utente.
Per informazioni ed assistenza, in caso controversie con i gestori telefonici, è possibile rivolgersi
alla sede provinciale della nostra associazione (Lucca, S. Anna, Viale Luporini n°1115/F – Tel.
0583/44.151; e-mail: federconsumatorilucca@gmail.com).

p. Federconsumatori Lucca
Il Presidente provinciale
Fabio Coppolella

Share