Diritti e lotta a omofobia: in Cortile degli Svizzeri una giornata con associazioni e artisti lucchesi

Una piazza per ribadire l’apertura della Città ai diritti per tutte e tutti; una giornata, per esprimere la lontananza di Lucca ad ogni forma di omofobia, bifobia e transfobia.

Si chiama “#lovewins” la manifestazione che venerdì prossimo (7 giugno), dalle ore 17 alle 23, animerà e colorerà Cortile degli Svizzeri, nel Centro storico. Ci sarà musica dal vivo, spazio per le associazioni del territorio, interventi, performance, proposte di lettura, racconti, laboratori per bambine e bambini: il tutto, collegato appunto dal filo rosso dei diritti.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Lucca e dalla Provincia, assieme a moltissime associazioni: Ceis, LuccAut, Arci, ANPI, Amnesty International, Agedo, Intersexioni, Famiglie Arcobaleno, BIT, Don Baroni, CGIL Lucca, Oikos, Croce Rossa, Collettivo OcchiPazzi, Maschile Plurale Lucca. Il concerto sarà invece di Free bear, Maria Elena Lippi, Iris Dorothea, Giorgio Grazzini fingerstyle, Ambrogio Pagani, Rosalba Ciucci, AfroQuiesa Orchestra, AND, White Room, Rossano Brazzi Band e Funk Fiction.

“La cronaca parla di casi quotidiani di discriminazione, a volte anche molto vicini a noi, e che spesso vedono coinvolte le nuove generazioni – sottolinea Daniele Bianucci, referente del sindaco di Lucca per i diritti – L’allerta su questo tema deve quindi rimanere alta e diffusa, così come l’impegno di tutti affinché la cultura del rispetto e dell’accoglienza prevalga sull’intolleranza. Per questo, assieme a tante associazioni del territorio, abbiamo costruito un momento in cui artisti e volontari potranno esprimersi sul tema”.

“Ci fa particolarmente piacere che abbiano accettato di esibirsi, in particolare, i gruppi musicali di giovani lucchesi che provano al Cantiere Giovani di via del Brennero – evidenzia Rossana Sebastiani, dirigente della Provincia – Il protagonismo delle nuove generazioni, infatti, è a nostro avviso prezioso: perché il loro contributo è fondamentale per costruire una Città sempre più aperta ed inclusiva”.

Share