Difendere Lucca: “Troppo degrado all’acquedotto del Nottolini: il Comune intervenga”
Lucca, 14 marzo – Ancora degrado lungo l’acquedotto del Nottolini, a denunciarlo è Daniele Boschi (Difendere Lucca) che nella sua consueta passeggiata ecologica lungo gli archi ha provveduto alla raccolta dei rifiuti sparsi. “Nel solo tratto dal tempietto di San Concordio all’autostrada – dice Boschi – ho raccolto rifiuti per un peso complessivo di oltre 10 kg”.
“I rifiuti sono di varia natura – continua la nota – si va dal gesso per le fughe di piastrelle, all’immancabile vetro; dalle bottiglie di plastica e lattine, alle cartacce; per non parlare delle ormai famigerate mascherine ed i sacchetti con le deiezioni dei cani. Quest’ultimo caso rappresenta un fenomeno in costante aumento, e viene spontaneo fare un appello ai loro padroni: benissimo raccogliere le feci degli amici a quattro zampe, ma che senso ha se poi quei sacchetti vengono lasciati nell’ambiente?”.
“Lungo l’acquedotto continuano a mancare i cestini porta rifiuti – continua Difendere Lucca – così come manca una migliore segnalazione degli attraversamenti del percorso lungo gli archi con le strade che lo intersecano. Si tratta di problematiche che avevamo già portato all’attenzione del Consiglio comunale attraverso il nostro consigliere Fabio Barsanti, ma le nostre proposte furono bocciate dalla maggioranza di centrosinistra”.
“Invitiamo ancora una volta la giunta a prendere atto della realtà del territorio – conclude Difendere Lucca – e a intervenire concretamente. Il “Parco del Nottolini”, per essere tale, deve essere dotato almeno del mimino indispensabile per garantirne il decoro. I cestini potevano essere già pronti, se la maggioranza non avesse bocciato per partito preso la mozione di Fabio Barsanti del gennaio scorso”.

Share