Honey, il delfino dal naso a bottiglia, insieme al numero di pinguini e altri pesci che sono stati lasciati dopo l’acquario Inubosaki Marine Park nella città di Choshi dopo la sua chiusura, ha scatenato indignazione tra gli attivisti animalisti e la gente comune. Il proprietario del posto si rifiuta di spostare gli animali poveri e non permetterà a nessuno di entrare nell’acquario, fatta eccezione per alcuni ex dipendenti che hanno provato pietà per gli animali abbandonati e si assicurano che almeno vengano nutriti.

Fonte: YouTube Screenshot

Questo problema ha attirato l’attenzione del pubblico dopo che un filmato del delfino solitario è apparso online. Esperti di animali tra cui Akiko Mitsunobu, rappresentante di un gruppo locale chiamato Centro per i diritti degli animali, afferma che le condizioni di salute del delfino stanno peggiorando e, a parte le ferite del delfino a causa delle scottature, anche la sua salute mentale ne risente .

“Quando siamo andati a controllare la struttura, stava mostrando segni di stress, mettendo la testa debolmente dentro e fuori dall’acqua.” 

I delfini sono creature altamente sociali, e la possibilità di essere tra gli altri del suo genere è presa da questo adorabile delfino, che può solo portare a problemi di salute ancora più gravi. Mitsunoby aggiunge,

“Vedo Honey come un simbolo sia del problema di avere animali in cattività che del problema di cosa succede quando vengono messi in mostra.”

Fonte: YouTube Screenshot

Sarah Ives, ha creato una petizione sostenuta da un gran numero di persone che si sono preoccupate non solo di Honey, ma di tutti gli altri pesci e animali che condividono la stessa fede a causa della pratica dell’acquario giapponese di comprare delfini da Taiji. Fortunatamente, questa pratica è stata oggetto di pesanti critiche in seguito alla pubblicazione del film. La petizione è stata inviata a Yutaka Fukuda, presidente della Japanese Association of Zoos and Aquariums. Ives spera che la sua voce venga ascoltata e Honey e i suoi amici saranno trasferiti in un posto sicuro il prima possibile.

“Honey e gli oltre 40 pinguini rimasti nell’acquario stanno languendo in isolamento solo con i loro bisogni più elementari incontrati dall’equipaggio scheletrico incaricato della loro cura. Questa non è vita per una creatura sensibile, sociale e intelligente, come questo delfino. Firma questa petizione per chiedere che il Honey e tutti gli altri animali del parco marino di Inubosaki siano trasferiti in un rifugio della fauna selvatica riconosciuto e accreditato. “

Fonte: YouTube Screenshot

Puoi leggere la petizione qui sotto.

“Caro signor Fukuda,

“Un delfino che fu tragicamente catturato durante la caccia al delfino di Taiji del 2005 ha vissuto in isolamento in un parco marino abbandonato a Choshi. Questo animale, di nome Honey, sembra mostrare stress come risultato delle sue molte ore trascorse senza alcuna interazione con gli altri della sua specie. L’Inubosaki Marine Park, dove è tenuta, deve ancora dettagliare qualsiasi piano per il suo trasferimento o per quello degli altri animali rimasti nella struttura, nonostante il fatto che tale isolamento a lungo termine sia disumano per una creatura così intelligente e sociale. “

Si prega di tenere i proprietari e la casa madre per questo parco marino responsabile per assicurarsi che questi animali siano trasferiti in un santuario accreditato il prima possibile. È crudele forzare Honey e le quasi quattro dozzine di pinguini nell’acquario a languire per mesi e mesi con solo il livello più elementare di cure. Ti esorto a lavorare con l’acquario per ideare un piano che possa meglio sostenere il benessere di queste creature. “

Fonte: The Dolphin Project

La triste verità è che a causa della loro personalità vibrante e della loro capacità di socializzare facilmente, i delfini sono molto popolari e probabilmente si trovano nei parchi di divertimento. Molti di loro sono persino nati in cattività, e questa è l’unica vita che conoscono.

Fonte: YouTube Screenshot

Quando è emerso il filmato di Honey e dei suoi amici del parco, molte persone sono venute a conoscenza del fatto che visitando questi luoghi hanno effettivamente aiutato la cattura e il numero di visitatori è diminuito significativamente. Le notizie degli animali abbandonati si diffondono sui social media e un popolo ha iniziato a pubblicare Twitter usando l’hashtag “Save Honey”.

Fonte: YouTube Screenshot

Al momento, gli attivisti lavorano duramente per trovare un posto adatto per queste creature abbandonate. Tuttavia, il loro destino non è ancora garantito perché la decisione dipende dal parco marino e dai funzionari non è permesso entrare nel luogo senza il consenso del proprietario. Secondo quanto riferito, un hotel resort offriva agli animali un posto dove vivere, ma nessuna decisione riguardante Honey e le sue amiche è stata presa.

Di seguito è riportato il filmato del delfino solitario.

Condividi questo con i tuoi amici per aumentare la consapevolezza sulla vita degli animali nei parchi di divertimento.

Share