“Davanti al pregiudizio alzare la posta: meglio tacere? Lo sapranno anche i muri”.

Jonathan Bazzi, dopo un periodo decisamente difficile – accettare quanto accaduto è un percorso lungo e doloroso – sceglie di liberarsi della vergogna e si racconta. Ho l’HIV e quindi? E’ più un problema degli altri piuttosto che suo. E questa è la chiave per affrontare il libro e la sua sfida. Una chiave che da solo probabilmente non avrebbe mai trovato.
La vera storia di una vita che fiorisce a dispeto di un destino che rema contro. Una scrittura essenziale e insieme lirica.
Un inno alla vita e alla diversità.

Share