Danza: Dap invade Pietrasanta, artisti da tutto il pianeta. Ballo dialoga con arti figurative, c’è mostra di Atchugarry

(ANSA) – FIRENZE, 13 GIU – Scultura, musica e danza: Pietrasanta (Lucca), con 12 spettacoli, ospita la terza edizione di Dap Festival dal 16 al 29 giugno. Nella rassegna la danza contemporanea internazionale entra in contatto e dialoga con le arti figurative. Punto di riferimento del festival sarà una grande mostra monumentale dell’uruguaiano Pablo Atchugarry allestita fra piazza Duomo e il complesso di Sant’Agostino. Le sue opere saranno fonte d’ispirazione per lo show di materia e movimento di una delle protagoniste della manifestazione, la coreografa americana esperta di danza aerea e contemporanea Miriam Barbosa. L’evento, illustrato ai giornalisti in Palazzo Panciatichi a Firenze, prevede masterclass tenute da coreografi e ballerini di fama planetaria, e saranno aperte a decine di studenti provenienti da diverse realtà universitarie, come la Troy University dell’Alabama, che ha inviato in Italia 13 allievi.

“La cultura è la pietra miliare del rapporto tra Firenze e Usa. La presenza di un consolato statunitense in Toscana fu decisa nel 1819 proprio per sostenere gli artisti e gli studenti americani presenti sul vostro meraviglioso territorio – ha dichiarato Benjamin Wohlauer, console generale Usa a Firenze – Senza partnership individuali come questa tra Dap e Troy non ci sarebbe stata alcuna storia ufficiale tra i due paesi”. Inoltre, 10 allievi giungeranno dal Royal Danish Ballet Odense, annunciati dal console di Danimarca, Guido Ferradini. L’ideatrice e direttrice artistica del Dap Adria Ferrali ha spiegato che saranno “invase” anche piazze e strade come con la Danza dell’Invasione che contaminerà il passeggio della gente. “Il festival – dice Adria Ferrali – anche scuola con masterclass degli stessi coreografi e danzatori protagonisti della kermesse. Gli allievi arrivano da tutto il pianeta incluse importanti realtà universitarie come Troy University (Alabama), Kemerovo (Russia) e Royal Danish Ballet Odense”. Tra gli artisti anche Katherine Crockett, la Mn Dance Company diretta dai coreografi sloveni Michal Rynia e Nastja Bremec Rynia, il Venezia Balletto con coreografie di Sabrina Massignani, gli israeliani Vertigo con le creazioni di Noa Wertheim. E ancora il Royal Danish Ballet con Tim Matiakis, Tamara Fragale, il siciliano Giovanni Napoli che presenta le coreografie con il supporto della Michele Merola Contemporary Dance Company, la star del balletto classico Maria Kochetkova accompagnata da Joaquin De Luz solista del New York City Ballet, oltre a Sebastian Kloborg, Bruno Pradet, la compagnia di Stoccolma, Roberto Zappal, Stanislav Ponomarev.

Tra gli eventi in programma, anche un party danzante all’Ostras Beach, sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta.(ANSA).

VAI AL PROGRAMMA COMPLETO!

Share