DAP FESTIVAL

Pietrasanta (Lu), 16-29 giugno 2019

III edizione

UMANO CONTROCANTO

Martedì 18 giugno a Dap Festival (Danza in Arte a Pietrasanta)

arriva Venezia Balletto

preceduto dall’invasione della compagnia svedese di Sigge Modigh in piazza Duomo

Umano Controcanto è uno spettacolo di danza contemporanea sul dualismo portato in scena al Teatro Comunale di Pietrasanta martedì 18 alle ore 21.30 dal prestigioso Venezia Balletto. Terzo appuntamento (dopo l’inaugurazione di domenica) di dodici che si snoderanno ogni sera accompagnandoci in un’esibizione diversa fino al Gran Gala conclusivo di Dap Festival in Versiliana il 29 giugno. E ad anticipare lo spettacolo a pagamento in teatro, martedì alle ore 20.45 si terrà in piazza Duomo l’invasione spontanea della compagnia svedese di Sigge Modigh in un’anteprima gratuita attorno alle opere dell’uruguaiano Pablo Atchugarry. L’anteprima offrirà qualche scorcio sullo spettacolo di Modigh e Kinesis Danza Dance Double Bill che il pubblico potrà vedere in teatro la sera successiva.

Dap Festival è il festival di danza contemporanea ideato da Adria Ferrali che per il terzo anno consecutivo porta nella Piccola Atene della Versilia danzatori e coreografi da tutto il mondo. Il fine di questa manifestazione che si tiene nelle ultime due settimane di giugno, è quello di far dialogare la danza con il resto delle arti: dalla musica alle numerose opere scultoree che rendono unica Pietrasanta, ormai un museo a cielo aperto.

Umano Controcanto, coreografato da Sabrina Massignani, s’ispira alla guida drammaturgica di un ex ballerino del Bolshoi, il famoso Maestro Vladimir Derevianko. Si tratta di un viaggio per scoprire se stessi in cui gli esseri umani convivono le proprie emozioni in un costante confronto tra paura e desiderio profondo. Prigione e libertà, paralisi e dinamismo, stasi e movimento: una costante dualità che trova la sua dimensione in un vortice ipnotico che innesca ogni tipo di emozione umana fino all’esaurimento: da lì la rinascita.

La coreografia di Sabrina Massignani si definisce attraverso una varietà di forme e stili che mirano a riscoprire il potenziale inesauribile del corpo danzante. Le giurie internazionali più prestigiose, tra cui Robert Strainer, Alberto Testa, Margarita Smirnova, Roberto Fascilla, Fabrizio Monteverde e molti altri, hanno riconosciuto il suo inesauribile talento coreografico, premiandola con innumerevoli riconoscimenti. “Il movimento è ricerca; la danza racconta ciò che siamo ed il nostro corpo parla. Nelle mie coreografie propongo un’opera di fusione tra movimento e tecnica, una ricerca introspettiva fatta di sensazioni che il ballerino deve trovare in sé e trasmettere al pubblico”.

Il calendario di 12 appuntamenti proposti dalla III edizione di DAP Festival si snoderà fra il teatro Comunale, la chiesa di Sant’Agostino e il teatro all’aperto de La Versiliana dove si terrà il grande spettacolo conclusivo di sabato 29 giugno. Fra gli artisti protagonisti di questa terza edizione: l’americana Miriam Barbosa, la star americana della Martha Graham Dance Company Katherine Crockett che con il supporto del Martha Graham Resources presenterà uno dei balletti più significativi del repertorio Graham, la Mn Dance Company diretta dai coreografi sloveni Michal Rynia e Nastja Bremec Rynia, il Venezia Balletto con coreografie di Sabrina Massignani, gli israeliani Vertigo con le appassionate creazioni di Noa Wertheim, un appuntamento che denuncia la violenza sulle donne in collaborazione con Doppia Difesa (la fondazione di Michelle Hunziker contro le discriminazioni, gli abusi e le violenze di genere), il Royal Danish Ballet con Tim Matiakis, Tamara Fragale, il siciliano Giovanni Napoli che presenta le sue coreografie con il supporto della Michele Merola Contemporary Dance Company, la star del balletto classico Maria Kochetkova accompagnata dal famosissimo danzatore Joaquin De Luz solista del New York City Ballet ed il coreografo e danzatore danese Sebastian Kloborg, il coreografo francese Bruno Pradet, la compagnia di Stoccolma fondata dal coreografo Sigge Modigh che colleziona danzatori solisti del Royal Swedish Ballet, Roberto Zappalà, il russo Stanislav Ponomarev, una pole-dance all’avanguardia in stile Twyla Tharp e molto altro.

Il prossimo spettacolo è previsto domani, mercoledì 19 giugno, presso il teatro Comunale di Pietrasanta dove alle ore 21.30 la compagnia svedese di Sigge Modigh proporrà Dance Double Bill. Come da tradizione per Dap Festival, ad anticipare l’esibizione in teatro, si terrà un’invasione (la danza che invade le strade mescolandosi alle persone). Questa volta non in piazza Duomo come avverrà solitamente, bensì nei giardini del cinquecentesco Convento di San Francesco (giardini del Cav – Centro Arti Visive) dove in Kinesis Invasion alle ore 19.30 vedremo in azione la compagnia fiorentina di Angelo Egarese.

Info e programma: www.dapfestival.com

Share