Danimarca sospende l’uso del vaccino AstraZeneca

Danimarca sospende l’uso del vaccino AstraZeneca

Danimarca sospende l’uso del vaccino AstraZeneca: “Problemi di coagulazione del sangue. Dobbiamo chiarire”

Danimarca sospende l’uso del vaccino AstraZeneca: “Problemi di coagulazione del sangue. Dobbiamo chiarire”
Lo stop è stato deciso in via precauzionale per 14 giorni. Il ministro Magnus Heunicke ha comunque precisato che non è ancora chiaro se i problemi rilevati sono legati al farmaco. In Austria, Estonia, Lituania, Lussemburgo e Lettonia sospesa la somministrazione dei farmaci della ditta anglo-svedese provenienti dal lotto ABV5300

Dopo avere rilevato problemi nelle coagulazione e nella circolazione del sangue di alcuni pazienti, la Danimarca ha deciso di sospendere in via precauzionale per 14 giorni l’uso del vaccino anti Covid di AstraZeneca. “Siamo nel mezzo del più grande e importante lancio di vaccinazioni nella storia danese e abbiamo bisogno di tutti i vaccini su cui possiamo mettere le mani, quindi non è una decisione facile metterli in pausa”, ha detto Soeren Brostroem, responsabile dell’autorità sanitaria. “Dobbiamo chiarire, prima di continuare a utilizzare il vaccino AstraZeneca“, ha aggiunto. Il ministro Magnus Heunicke ha comunque precisato, su twitter, che non è ancora chiaro se tali problemi sono legati al vaccino. La decisione “segue le notizie di gravi casi di coaguli di sangue in persone vaccinate con il vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca“, ha spiegato in un comunicato l’Autorità sanitaria danese, aggiungendo comunque che “al momento non è stato determinato che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue”.

Il caso austriaco – Domenica scorsa l’ufficio federale austriaco per la sicurezza sanitaria ha reso noto di avere sospeso la somministrazione di un lotto di vaccini AstraZeneca (il numero ABV5300) in seguito al decesso di una donna ed il ricovero di un’altra per un’embolia polmonare dopo la somministrazione di due dosi del vaccino. L’Ema, però, sulla base di un’indagine preliminare, ha chiarito ieri che non è stato il farmaco anti Covid a determinare la morte dell’infermiera. “Al momento non ci sono indicazioni che la vaccinazione abbia causato queste condizioni, che non sono elencate come effetti collaterali di questo vaccino”, ha detto in un comunicato l’Agenzia europea del farmaco, riferendosi anche al caso dell’altra infermiera ricoverata in ospedale dopo la vaccinazione.

In ogni caso, dopo la decisione di Vienna di sospendere la somministrazione del lotto di vaccini, anche l’Estonia, la Lituania, il Lussemburgo e la Lettonia hanno sospeso in via precauzionale l’uso dei famaci provenienti dallo stesso lotto, che conta un milione di dosi ed è stato distribuito in 17 Paesi (Italia esclusa). Oltre a Danimarca, Austria, Estonia, Lituania, Lussemburgo e Lettonia, gli altri Paesi che hanno ricevuto vaccini dal lotto numero ABV5300 sono Bulgaria, Cipro, Francia, Grecia, Islanda, Irlanda, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Svezia.

Share
Verde Azzurro 6

Verde Azzurro 6