Nel Documento di Economia e Finanza, come sottolinea il Sole 24 Ore, sono indicati gli stanziamenti sulla scuola, che fanno pendant con quelli della sanità.

Ben 3 Miliardi di tagli all’istruzione…

Ma è casuale la progressiva riduzione dei fondi? Manco per sogno! Nel momento in cui abbiamo sganciato il tesoro da bankitalia, lasciando il mercato come unica possibilità di collocare i titoli di stato, abbiamo delegato agli investitori privati la scelta di finanziare o meno gli investimenti strategici del paese. Poiché gli investitori danno la precedenza al rimborso degli interessi sui titoli sottoscritti e per giunta sono gli stessi che hanno compartecipazioni nelle imprese assicurative che vogliono aprire alla scuola e alla sanità private, di fatto inducono il definanziamento di scuola e sanità pubbliche. Attraverso il meccanismo del debito, l’Europa impone il definanziamento del welfare degli stati membri e pilota la progressiva disattivazione delle costituzioni di ispirazione socialista nate nel secondo dopo guerra.

LUCA DINELLI

Share