Aprirà dal 7 agosto fino al 12 settembre 2021, al Forte Lorenese di Forte dei Marmi, la mostra “Carlo Nangeroni. Abstraction: musica da vedere” 🖼, a cura di Valerio Dehò e realizzata in collaborazione con l’Archivio Carlo Nangeroni di Milano.

Promossa dall’Assessorato della Cultura Turismo del Comune di Forte dei Marmi, l’esposizione presenta oltre ottanta opere di Carlo Nangeroni, pittore e scenografo statunitense di origine italiana, datate tra il 1949 e il 1999. A un importante nucleo di dipinti – perlopiù acrilici, ma anche oli su tela e acquerelli – si aggiungono tre sculture, realizzate appositamente pe

r l’esposizione su licenza dell’archivio e progetto dell’artista, collocate in Piazza Garibaldi.

Il percorso espositivo parte da uno splendido autoritratto del 1949, ancora declinato nel linguaggio figurativo, per arrivare all’astrazione della fine degli anni Novanta, documentando il passaggio stilistico e poetico decisivo nell’opera dell’autore.
Allievo di Mauro Reggiani, uno dei padri dell’astrazione in Italia, Nangeroni ha sviluppato un proprio stile pittorico in cui il linguaggio musicale – con i suoi ritmi, le sue pause e le sue ripetizioni – ha rappresentato il modello di riferimento. La forma del cerchio è diventata essenziale in lui nel momento in cui alla fine degli anni Cinquanta ha cominciato ad abbandonare la figurazione e successivamente l’Informale e il colore, per una forma di astrazione costruita sulle cadenze e sulla reiterazione. Nelle “Mutazioni”, nelle “Interferenze”, così come negli “Elementi in movimento”, di cui si ammirano alcuni esempi in mostra, quella che si vede rappresentata è la sua pittura in una visione minimale ma aperta al colore, alla variazione, alla creazione, come sviluppo di temi simili ai temi musicali. L’elemento circolare è stato adoperato come un modulo ripetuto in forme e sequenze sempre diverse, come note di un pentagramma visuale.

ℹSarà possibile visitare la mostra dal lunedì alla domenica dalle 18:30 alle 23:30 , il mercoledì anche dalle 10:00 alle 12:00

Share