CAPANNORI – Dai mozziconi di sigaretta nascono fiori:

al via la raccolta dei mozziconi di sigaretta in modo che questo rifiuto – oggi un rifiuto indifferenziato fastidiosissimo – si trasformi in un substrato inerte per la coltivazione di fiori e piante!
Cari cittadini, care cittadine,
Prende il via la sperimentazione con il Centro interdipartimentale ‘Enrico Avanzi’ dell’Università di Pisa per vedere di trasformare i mozziconi di sigaretta in risorse.
Cosa chiedo ai cittadini di Capannori? Di raccogliere i mozziconi in loro possesso in un contenitore chiuso e poi andarlo a svuotare nei punti di raccolta che abb allestito.
Ecco dove sono le damigiane prendi-mozziconi: in municipio, alla biblioteca di Artémisia, allo sportello al cittadino di San Leonardo in Treponzio e al parco scientifico di Segromigno in Monte.
A svuotare le damigiane penserà

Ascit Servizi Ambientali Spa

, che ringrazio.

Dopodiché i mozziconi capannoresi andranno all’Università di Pisa dove il professor Lorenzo, coordinatore del progetto, attraverso un’innovativa procedura messa appunto li trasformerà da rifiuto indifferenziato a base per i fiori.
La nostra battaglia per un ambiente più pulito va avanti, spedita!

Share