Da un mese il viale  San Concordio è chiuso al traffico all’altezza di Pontetetto,

evidenti i disagi per tutti, ma soprattutto per i negozi; bar, alimentari, edicole, pescherie  negozi di fiori hanno visto quasi azzerare i loro incassi mentre sono rimaste costanti le spese, migliaia e migliaia di euro di danni.

Pensavamo che i lavori, quando  debbano essere fatti e non ci sono alternative  si cercasse perlomeno di abbreviare i tempi e studiare le soluzioni di minor impatto.  Nel caso appare del tutto evidente i contrario, infatti non ci risulta siano state esaminate alternative a questo intervento e

chi ha emesso l’ordinanza è de tutto chiaro che non si sia reso conto che il viale, in quel tratto, è l’asse di maggior traffico del comune, ma soprattutto ha permesso che si lavorasse in un solo breve turno con sospensione dei lavori nel fine settimana.

Non sono  state inoltre valutate seriamente  la difficoltà dell’intervento ed ora scoprono la mancanza di  spazio (nel sottosuolo) per inserire il previsto pozzo di raccordo, data la presenza di altri sottoservizi. A questo punto una nuova ordinanza  prolunga, per ora, i lavori di tre settimane. Si riaprirà i viale a senso unico ed ovviamente le nostre menti comunali hanno errato il senso di marcia consentito, lasciando nel pericoloso caos via Pattana.

A questo  vanno aggiunti i divieti di sosta incomprensibili e una segnaletica a dir poco africana.

Visto che ormai la frittata è fatta a noi cittadini resta la speranza che si vogliano    correggere almeno gli ultimi interventi.

 

 

 

Comitato viabilità&Ambiente

 

Lucca, 9 marzo 2018

Share