DA OGGI OBBLIGO DI CATENE A BORDO O PNEUMATICI  INVERNALIimages-1

Provvedimento in vigore fino al 15 aprile 2017 sulle strade provinciali e regionali sopra i 200 metri

VIABILITA’ E PROTEZIONE CIVILE: OBBLIGO  DI CATENE A BORDO O PNEUMATICI DA NEVE MONTATI SUGLI AUTOVEICOLI

Il consigliere provinciale con delega alla viabilità Puppa:“Si tratta di una forma di tutela della salute pubblica”

La Protezione civile della Provincia di Lucca informa che nei giorni scorsi sono già caduti i primi fiocchi di neve sui passi appenninici (Pradarena, Radici e S. Pellegrino in Alpe) dove le minime, durante la notte, scendono già sotto lo zero termico. Zone dove sono già intervenuti i mezzi spargisale dell’amministrazione provinciale per garantire la sicurezza delle strade di competenza.

In questo contesto, con le temperature che nei prossimi giorni sono previste in ulteriore calo, il consigliere provinciale con delega alle strade sicure Mario Puppa ricorda che dal 15 novembre – è in vigore l’ordinanza che prevede l’obbligo di catene a bordo degli autoveicoli o gli pneumatici da neve montati, su tutte le strade provinciali e regionali sopra i 200 metri sul livello del mare. Il provvedimento (di cui all’art. 54 del D.Lgs. 285/1992 peraltro previsto dalle normative del nuovo Codice della strada) rimarrà in vigore fino al 15 aprile 2017.

Durante il periodo autunnale ed invernale, infatti, le viabilità provinciali e regionali del territorio lucchese sono spesso interessate da neve e dalla formazione di ghiaccio, soprattutto nelle zone pedemontane e montane, indicativamente al di sopra di 200 metri di quota.

“I provvedimento introdotto pochi anni fa – afferma Puppa – rappresenta una ulteriore forma di tutela della pubblica incolumità. Un intervento di prevenzione per evitare il blocco del traffico in caso di nevicate. Il provvedimento sarà reso visibile anche attraverso la segnaletica lungo le arterie del territorio e invito i Comuni della provincia a darne comunicazione per quanto riguarda le strade di loro competenza per informare tutti gli automobilisti”.

Share