Da amante a Regina consorte, l’ascesa di Camilla

Erano insieme dal 1980, ma Carlo, nel 1981, sposò Lady Diana Spencer e solo dopo i rispettivi divorzi e la morte di quest’ultima, i due iniziano a presentarsi in pubblico come una coppia e nel 2005 si sposano

 

 

AGI – Camilla Rosemary Shand, moglie del nuovo Re britannico Carlo III dal 2005, è Regina Consorte del Regno Unito e di quattordici altri Paesi del Commonwealth. Da oggi entra a pieno titolo nel ‘gotha’ reale e nello stesso giorno del marito Carlo avrà anche lei una corona in testa.

Per anni aveva ricevuto l’odio di tutta la Gran Bretagna, la ‘brutta’, la ‘donna malvagia’, la ‘rottweiler’ che aveva danneggiato il matrimonio di Diana, dopo la morte di Lady D l’odio si trasformò in disprezzo. Poi la lenta riconquista di Elisabetta e oggi un livello di popolarità un tempo impensabile. Le vengono riconosciute lealtà alla Corona e  devozione nei confronti di Carlo. Ma chi è la Regina Camilla?

Nata il 17 luglio del 1947 al King’s College Hospital di Londra, è cresciuta fra le campagne del Sussex orientale e le sfavillanti luci del centro di Londra, a South Kensington. Primogenita di tre figli, i suoi genitori erano il maggiore Bruce Shand, ufficiale dell’esercito britannico diventato poi uomo d’affari, e sua moglie Rosalind, figlia di Roland Cubitt, terzo barone di Ashcombe. Una delle sue bisnonne materne, Alice Keppel, fu l’amante del re Edoardo VII dal 1898 al 1910.

Durante la sua infanzia, Camilla è stata un’avida lettrice grazie all’influenza del padre, che le leggeva spesso dei libri. Cresciuta nella campagna inglese, ha imparato presto a cavalcare. A dieci anni si è trasferita con la famiglia nella casa in città a South Kensington, dove è rimasta fino a 16 anni. Subito dopo si è spostata a Tolochenaz, in Svizzera, per completare gli studi superiori e poi in Francia, dove ha studiato Lingua e Letteratura francese per sei mesi presso l’Istituto dell’Università di Londra a Parigi.

Il 25 marzo 1965, Camilla partecipa al ballo delle debuttanti a Londra e poi va a vivere con l’amica Jane Wyndham a South Kensington. In seguito si trasferisce in un appartamento più grande a Belgravia, che condivide prima con la propietaria Lady Moyra Campbell, figlia del duca di Abercorn, e poi con Virginia Carington, figlia del politico Peter Carington, sesto barone Carrington.

Alla fine degli anni ’60, Camilla incontra Andrew Parker Bowles tramite suo fratello minore, Simon Parker Bowles, che lavorava per l’azienda vinicola di suo padre a Mayfair e, dopo una relazione intermittente, lo sposa il 4 luglio del 1973 con una cerimonia cattolica. Camilla aveva 25 anni e Parker Bowles 33. La coppia si stabilisce nel Wiltshire, dove hanno due figli: Tom e Laura. L’allora principe Carlo diventerà il padrino di Tom. Nel dicembre 1994, dopo 21 anni di matrimonio, Camilla e suo marito avviano le procedure per il divorzio.

Secondo quanto riferito, Camilla e Carlo si incontrano per la prima volta a metà del 1971. Andrew Parker Bowles aveva concluso la sua relazione con Camilla nel 1970 e stava corteggiando la principessa Anna, sorella di Carlo.

Secondo il biografo Brandreth, la coppia non si incontra per la prima volta a una partita di polo, come si crede comunemente, ma a casa dell’amica Lucía Santa Cruz. Carlo e Camilla diventano subito intimi e iniziano una relazione.

Ci sono diverse ipotesi sui motivi della rottura fra i due. Robert Lacey, nel suo libro del 2008 ‘Royal: Her Majesty Queen Elizabeth II’, afferma che Carlo aveva incontrato Camilla troppo presto e che non le aveva chiesto di aspettarlo quando si era recato all’estero per adempiere ai doveri militari.

Sarah Bradford, nel suo libro del 2007 dal titolo ‘Diana’, afferma che lo zio di Carlo, Lord Mountbatten, ha organizzato la missione all’estero di Carlo per porre fine alla relazione con Camilla e fargli sposare la nipote Amanda Knatchbull.

Alcune fonti suggeriscono invece che la Regina Madre non approvasse l’incontro con Camilla perché voleva che Carlo sposasse una delle nipoti della famiglia Spencer.

In generale, i biografi concordano sul fatto che se Carlo e Camilla avessero voluto sposarsi, sarebbero stati osteggiati. Alcuni cortigiani di palazzo, a quel tempo, trovavano Camilla inadatta come moglie per il futuro re.

Nell’agosto 1979, Lord Mountbatten viene assassinato e Carlo si riavvicina a Camilla per trovare conforto. In quel periodo iniziano a circolare voci che fra i due si è riaccesa la fiamma. Una fonte vicina a Camilla ha confermato che nel 1980 erano amanti.

Tuttavia, Carlo, nel 1981, sposa Lady Diana Spencer e solo dopo i rispettivi divorzi e la morte di quest’ultima, alla fine degli Anni ’90, i due amanti iniziano a presentarsi in pubblico come una coppia e nel 2005 si sposano. Camilla, dopo essere diventata duchessa di Cornovaglia, acquisisce il grado di seconda donna di più alto rango nell’ordine di precedenza Reale britannico (dopo la regina Elisabetta II).

Dopo il matrimonio, Clarence House diventa la residenza ufficiale della coppia ma da oggi sarà Buckingham Palace.

Come duchessa di Cornovaglia, Camilla ha svolto impegni pubblici, spesso insieme al marito. È anche mecenate, presidente o membro di numerosi enti e organizzazioni di beneficenza. Dal 1994 Camilla ha condotto una campagna di sensibilizzazione sull’osteoporosi, che le è valsa numerosi riconoscimenti e premi. Ha anche sensibilizzato su questioni come stupri, abusi sessuali, alfabetizzazione, benessere degli animali e povertà.

Da ieri, Camilla è regina consorte e si occuperà di sostenere Carlo nel difficile ruolo che gli spetta. Succedere a una regina come Elisabetta non è semplice e tutti, nella famiglia Reale, ne sono consapevoli.

Share