Cultura: con “Anteprima Cibart” Seravezza si apre all’arte internazionale. Giovedì a Palazzo Mediceo le autorità cittadine ricevono una delegazione di allievi e docenti della prestigiosa China Academy of Art, primo atto di una collaborazione che si svilupperà nel triennio delle celebrazioni michelangiolesche

La luce della pietra, il battere cadenzato degli scalpelli, la creazione artistica come atto quasi mistico tra fatica e contemplazione del paesaggio nelle antiche cave di marmo della Cappella. Suggestioni michelangiolesche che rivivono sabato 21 e domenica 22 luglio con Anteprima Cibart, preview della grande kermesse che animerà il centro storico di Seravezza a fine mese. Un’anteprima di grande fascino in uno dei luoghi più belli e amati dell’Alta Versilia, la Pieve romanica di San Martino alla Cappella intimamente legata alla figura di Michelangelo e alla cultura del marmo. Evento di respiro internazionale grazie alla partecipazione di noti artisti e alla presenza degli allievi della prestigiosa China Academy of Art, giunti appositamente a Seravezza per gettare un ponte culturale nel segno del marmo, della scultura e di Michelangelo. A rendere ancor più interessante e piacevole l’atmosfera della due giorni: incontri a gema culturale, buona musica, danza, performance, street food… in quel giusto mix di nutrimento per la mente e per il corpo che caratterizza gli eventi Cibart.

Due giorni (dal pomeriggio alla tarda serata) che si annunciano di grande intensità. Ricca la proposta espositiva, a fare della Cappella – delle sue chiese, del suo prato, del suo antico sito estrattivo – uno spazio d’arte dai molteplici punti d’interesse: fuori e dentro la Pieve le sculture di Emanuele Giannelli; fra i ruderi della chiesetta dell’Annunziata le foto di Andrea Bartolucci dal progetto “Le Stanze del Cielo”; una provocatoria installazione in gesso di Stefano Pierotti; i marmi di Giorgio Eros Morandini e Meliton Rivera Espinoza; i bronzi di Roberto Giansanti; un’opera in legno del cinese Cui Yi; un volto in ferro di Lorenzo Guiducci, le installazioni di Ana Maria Alonso e Alfio Bichi; le sculture di Antonio Mastromarino, Eleonora Francioni, Silvano Cattai, Marian van Dongen, Jörg Plickat, Daniele Tognelli e David Campbell. Sul pianoro anche l’installazione di urban knitting “Men” realizzata dal collettivo Cibart e un esempio diquarry art con l’esposizione “Sospiri di ferro: quando l’estrazione del marmo diventa arte”, nuova forma di espressione artistica legata alla coltivazione degli agri marmiferi. Nel programma dell’evento si inserisce anche la conferenza dell’architetto Andrea Tenerini dedicata alla storia della Pieve di San Martino e alle opere d’arte in essa custodite (domenica 22 luglio ore 19:30).

Di alto rilievo e significato la presenza della delegazione cinese, composta da una decina di allievi e da quattro docenti della China Academy of Art, prestigiosa istituzione cinese con oltre ottomila studenti e tre campus nelle città di Hangzhou e Shanghai, accompagnata da Zhang Haijun, vicedirettore del Centro Ricerche sull’Arte Pubblica dell’Accademia. La delegazione, che nella mattina di giovedì 19 luglio verrà ricevuta ufficialmente dalle autorità cittadine a Palazzo Mediceo, sarà a Seravezza per il primo atto di una collaborazione che si svilupperà nell’intero triennio delle celebrazioni michelangiolesche in Versilia. Da ieri e fino al 30 luglio gli studenti cinesi partecipano a un workshop diretto dall’artista Jörg Plickat e nei due giorni di Anteprima Cibart daranno vita a un simposio fianco a fianco con gli allievi delle scuole di scultura tedesche che durante l’estate lavorano abitualmente alla Cappella. Un bellissimo incontro fra culture diverse e un modo per unire passato, presente e futuro nel segno di Michelangelo e in un luogo – le antiche cave di Bardiglio della Cappella – in cui lavorarono generazioni di cavatori, scalpellini e lizzatori versiliesi.

Anteprima Cibart è organizzata dall’associazione Cibart con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Seravezza e con il supporto del Gruppo Sportivo Montagna Seravezzina e della Pubblica Assistenza di Azzano. All’area dell’evento si accede con ingresso libero.

Share