A due anni esatti dal sequestro dell’asilo di Lammari, Paolo Ricci membro del direttivo comunale di Capannori di Fratelli d’Italia precisa: “Oggi, 13/04/2018, ricorre l’anniversario del sequestro da parte della Procura della Repubblica dell’asilo nido di Lammari: sono passati esattamente due anni”.
L’esponente FdI prosegue: “L’asilo fu inaugurato in grande stile dal sindaco Menesini nel 2014 prima delle elezioni e presentato come fiore all’occhiello dell’edilizia scolastica ‘bio’. Nel giro di due anni però emersero problemi strutturali, il nido venne addirittura sequestrato, dissequestrato e oggi pare che l’amministrazione lo abbia persino dimenticato”.
“Oggi – sottolinea Ricci – siamo a chiederci che fine abbia fatto l’entusiasmo del primo cittadino per questa struttura, costruita con 1,3 milioni di soldi pubblici, e che sarebbe dovuta servire alla collettività e ai bambini della frazione”.
“I cittadini  meritano risposte da Menesini – chiude il rappresentante di Fratelli d’Italia – Cosa è stato fatto sino ad ora e cosa sarà fatto in futuro con l’asilo di Lammari? Sono due anni che sulla questione è calato il silenzio assoluto. Vorremmo suggerire al Sindaco di convocare anche per l’asilo nido Cosimo Isola un consiglio comunale straordinario aperto alla cittadinanza affinché si discuta del passato, del presente e del futuro di questa struttura”.

 

Share