Cromology, il sindaco riceve il rappresentante della Cgil:  “Lavoreremo per ridurre al massimo gli esuberi”

Dopo l’Ad Massimiliano Bianchi, il sindaco di Porcari Leonardo Fornaciari ha ricevuto in Municipio il rappresentante sindacale della Cgil Paolo Bruni. Oggetto dell’incontro i circa 40 esuberi annunciati dalla Cromology, la storica azienda di vernici con sede proprio sul comune.

Entrambi hanno espresso preoccupazione per la perdita di posti di lavoro: “Parliamo di un’impresa strategica per il territorio – ha sottolineato Bruni – perché nello stabilimento di Porcari sono occupati 232 dei 300 dipendenti di Cromology Italia, che tra l’alto dopo una serie di riorganizzazioni aziendali aveva deciso di trasferire proprio qui la sua testa. Contiamo sulla disponibilità dell’azienda per creare le condizioni per ridurre il più possibile gli esuberi, affiancando i lavoratori in questa difficile fase. Il prossimo 6 dicembre incontreremo i vertici per avere dettagli sul piano industriale, elemento imprescindibile per concretizzare un rilancio dell’industria”. 

Anche il sindaco Fornaciari ha ribadito la necessità di uno sforzo comune teso a ridurre il più possibile la perdita di posti di lavoro. “Saremo al fianco dei lavoratori di Cromology – dice – che sappiamo tra l’altro avere un alto tasso di attaccamento per la loro azienda. Ci è stato spiegato dal Ceo Bianchi che il settore ha perso consistenti quote di mercato negli ultimi anni e che lo stabilimento di Porcari è oggi eccessivamente appesantito rispetto ai volumi produttivi. Una situazione che ci preoccupa e che richiede impegno e volontà da parte di tutti, in primis la stessa azienda. Da parte nostra siamo pronti a fare tutto il possibile per riuscire a contenere al minimo il numero degli esuberi nel sito produttivo di Porcari, che può contare su grandi professionalità e per questo rappresenta una vera eccellenza dell’intero gruppo Cromology”.

Share