Covid: appello di Mazzeo ai toscani, rispettate distanziamento e limitate gli spostamenti

Il presidente del Consiglio regionale si rivolge direttamente alle cittadine e ai cittadini: Non siamo tra le Regioni più a rischio, ma è necessario mantenere comportamenti responsabili soprattutto tra familiari e congiunti. Rispettare le regole significa salvaguardare la salute dei nostri cari e aiutare il tessuto produttivo della Toscana

 

 

Firenze – “Rispettate le regole, evitate assembramenti anche in contesti privati, utilizzate i dispositivi di protezione individuale e limitate al massimo gli spostamenti: dobbiamo fare uno sforzo collettivo per abbassare la curva del contagio in modo non solo da scongiurare il rischio di finire tra le zone arancioni o rosse ma piuttosto di tornare il prima possibile ad essere zona verde e far riaprire, in sicurezza, le attività che sono state costrette a chiudere, a fermarsi o a limitare la loro attività. Oggi non siamo una Regione classificata ad alto rischio, ma occorre mantenere comportamenti responsabili per tutelare le nostre famiglie e il tessuto produttivo toscano e aiutare medici, infermieri e tutto il personale sanitario che è tornato ad essere fortemente sotto pressione”.

 

Il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, si rivolge alle cittadine e ai cittadini della Toscana e chiede uno “sforzo straordinario a salvaguardia della salute di ognuno”. L’appello arriva a margine dei lavori d’aula e all’indomani della comunicazione del premier Conte che ha illustrato i contenuti del nuovo Dpcm in vigore da domani. “La Toscana è da sempre regione che rispetta le regole e ha nel proprio dna una cultura di civiltà e rigore – conclude Mazzeo -. Per questa ragione mi sento di rivolgermi direttamente ai toscani chiedendo loro di limitare le occasioni di possibile rischio a partire dagli spostamenti e dagli incontri non strettamente necessari: so che stiamo chiedendo un altro sforzo e un sacrificio enorme a tante persone, ma rispettare le regole oggi significa poter allentare le restrizioni domani. Questo deve essere l’obiettivo di tutti noi e sono certo che anche in questa occasione, con il contributo di tutte e tutti, troveremo la strada e le forze per superare questa drammatica emergenza”.

 

Share