A

rrivati nel pieno del secondo anno della legislatura il nostro gruppo consiliare, se da un lato ritiene doveroso tracciare un primo bilancio sulle attività svolte dall’amministrazione, dall’altro intende condividere con tutta la cittadinanza considerazioni, idee e proposte tali da consentire d’impostare insieme il lavoro che sarà portato all’attenzione del consiglio comunale nei prossimi mesi – specificano in una nota i rappresentanti del Gruppo Consiliare Costruiamo il Futuro – Comune di Fabbriche di Vergemoli – Ancora oggi ATTENDIAMO QUEL CAMBIO DI MARCIA DA PARTE DELLA MAGGIORANZA CHE NON SOLO NOI, MA SOPRATTUTTO I CITTADINI ANCORA STENTANO A VEDERE; da parte nostra non intendiamo stare alla finestra, magari sperando in nuovi inciampi della giunta: non è nella nostra cultura politica ed amministrativa ma soprattutto non sarebbe utile per gli interessi generali dei nostri cittadini. Non siamo minimamente contenti di questo andazzo  – continua Costruiamo il Futuro – ed è per questo intendiamo “sfidare” la maggioranza su tre temi concreti e a nostro giudizio fondamentali per il proseguo della legislatura:

1) La messa in sicurezza degli edifici pubblici del nostro comune: sappiamo della necessità di dover realizzare interventi strutturali sul palazzo comunale di Fabbriche: questo per noi è il primo e più importante problema da risolvere e siamo pronti a confrontarci nel merito per portare il nostro contributo in termine di idee come di messa a disposizione delle nostre relazioni istituzionali, fondamentali, per poter trovare i finanziamenti necessari in Europa, a Roma o a Firenze;

2) La realizzazione di un nuovo e moderno strumento urbanistico che consegni ai cittadini una visione “alta” di sviluppo e crescita per il nostro comune. Un piano in grado d’esaltare la grande vocazione turistica del nostro territorio, preservare le sue bellezze naturalistiche ma allo stesso tempo assicurare regolamenti puntuali e efficaci con i quali cittadini e professionisti possano confrontarsi nell’ottica della massima riqualificazione del patrimonio edilizio esistente;

3) L’assunzione di una posizione chiara e condivisa in merito a quanto il nostro comune si attende dall’offerta di servizi socio-sanitari in Valle per il presente ed il futuro: abbiamo visto infatti recentemente il sindaco assumere posizioni pubbliche sulla stampa oltre che partecipare ad iniziative vestito con la fascia tricolore. Ricordiamo a Giannini che certamente è lui il primo cittadino, ma che sovrano e rappresentativo di tutta la comunità é il consiglio comunale. Quindi prima d’assumere posizioni a nome dei cittadini di Fabbriche di Vergemoli, anche e soprattutto su materie di tale delicatezza, ha il dovere di chiedere un mandato ufficiale allo stesso consiglio comunale.

Questi sono gli obbiettivi che intendiamo perseguire e per i quali rilanciamo con grande determinazione il nostro impegno a servizio di tutta la comunità di Fabbriche di Vergemoli.

Share